Comunicati


Comunicati (14.07.2014, UFM)
Statistica sull’asilo: secondo trimestre 2014
Berna. Da aprile a giugno 2014 la Svizzera ha registrato 5384 domande di asilo, il 10 per cento in più rispetto al primo trimestre 2014 (4894). Tale crescita è riconducibile in primo luogo all’aumento delle domande presentate da cittadini eritrei che giungono nell’Italia meridionale attraversando il Mediterraneo. Nonostante tale aumento è stato possibile ridurre ulteriormente il numero delle domande pendenti in prima istanza.

Comunicati (10.07.2014, DFGP)
La consigliera federale Sommaruga in Giordania
Berna. Mercoledì e giovedì la consigliera federale Simonetta Sommaruga si è recata in Giordania. Ad Amman ha incontrato membri del governo, poi ha visitato il campo profughi Zaatari e il centro d’accoglienza Al Sarhan nel nord del Paese. È rimasta impressionata dal grande impegno profuso a favore di circa 600 000 persone rifugiatesi in Giordania in seguito allo scoppio del conflitto in Siria e ha annunciato aiuti supplementari dalla Svizzera.

Comunicati (08.07.2014, DFGP)
I ministri di giustizia e degli affari interni da Milano lanciano un appello a tutta l’Europa
Berna. Lo straordinario afflusso di rifugiati nella regione del Mediterraneo non richiede soltanto l’intervento dell’Italia, ma di tutta l’Europa. I Paesi europei devono essere aperti ad adottare misure straordinarie. Questo è quanto ha affermato la consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), in occasione dell’incontro informale del Consiglio dei ministri di giustizia e degli affari interni dell’Unione europea (Consiglio GAI), tenutosi martedì a Milano. Ha dichiarato la disponibilità della Svizzera a sostenere l’Italia, ribadendo che il nostro Paese resta disposto ad adoperarsi per le persone bisognose di protezione.

Comunicati (07.07.2014, UFM)
La Svizzera presenta l’annunciata richiesta di revisione riguardante l’ALC
Berna. In occasione dell’incontro del Comitato misto per l’ALC del 12 giugno 2014, la Svizzera aveva annunciato una richiesta di modifica dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC). Oggi la richiesta è stata presentata formalmente all’Unione europea (UE).

Comunicati (04.07.2014, UFM)
La Svizzera e l’IGAD sottoscrivono un accordo quadro di partenariato e cooperazione
Berna. L’ambasciatore di Svizzera in Etiopia Andrea Semadeni, in rappresentanza della Svizzera, e il segretario esecutivo dell’Intergovernmental Authority on Development (IGAD, Autorità intergovernativa per lo sviluppo) Mahboub Maalim hanno sottoscritto oggi ad Addis Abeba un accordo quadro di partenariato e cooperazione. L’accordo, che entra in vigore con l’odierna apposizione delle firme, prevede una solida cooperazione tra la Svizzera e l’IGAD nel Corno d’Africa nei settori della sicurezza alimentare, della migrazione, della pace, della sicurezza e della scienza.

Comunicati (03.07.2014, UFM)
Prestazioni del soccorso d’emergenza per richiedenti l’asilo respinti 2013
Berna. Lo scorso anno, 13 720 persone tenute a lasciare la Svizzera hanno beneficiato in media per 112 giorni di prestazioni del soccorso d’emergenza sotto forma di vitto, alloggio, abbigliamento e assistenza sanitaria di base. Per la prima volta dal 2008 il numero di beneficiari del soccorso d’emergenza è diminuito, registrando 570 persone in meno rispetto all’anno precedente. Come lo scorso anno, i beneficiari provenivano soprattutto da Nigeria, Tunisia, Serbia e Algeria ed erano per l’80 per cento di sesso maschile.

Comunicati (02.07.2014, DFGP)
Libera circolazione delle persone: poste in consultazione misure supplementari per evitare gli abusi
Berna. I cittadini europei che entrano in Svizzera unicamente per cercare un impiego sono espressamente esclusi dall’aiuto sociale. Il Consiglio federale aveva annunciato nel gennaio scorso questi adeguamenti del diritto vigente. Questo mercoledì ha avviato la consultazione sulle corrispondenti modifiche legislative. L’introduzione di queste disposizioni nel diritto federale mira a uniformare le prassi cantonali.

Comunicati (02.07.2014, DFGP)
Molteplici attività della Svizzera nel settore della politica migratoria estera
Berna. Oggi il Consiglio federale ha adottato il rapporto sulle attività svolte dalla Svizzera nel 2013 nel settore della politica migratoria estera (rapporto d’attività 2013). Nell’anno del rapporto tali attività si sono concentrate principalmente sulla partecipazione attiva al dialogo delle Nazioni Unite su migrazione e sviluppo, la gestione dei partenariati migratori, l’attuazione dei programmi "Protection in the Region" e lo sviluppo della cooperazione europea nel settore della migrazione.

Comunicati (01.07.2014, UFM)
Studio sulla popolazione migrante marocchina, algerina e tunisina
Berna. Oggi l’Ufficio federale della migrazione (UFM) pubblica uno studio sui migranti in Svizzera provenienti da Marocco, Algeria e Tunisia. Realizzato dal Forum svizzero per lo studio delle migrazioni e della popolazione su incarico dell’UFM, lo studio offre una panoramica della storia migratoria, della situazione socioeconomica e culturale nonché dei molteplici e complessi rapporti dei migranti con il loro Paese di provenienza.