G8: La consigliera federale Metzler-Arnold vuole una soluzione svizzera per la polizia

Il capo del DFGP incontra i consiglieri di Stato dei Cantoni del Lago Lemano a Ginevra

Comunicati, DFGP, 01.05.2003

Berna, 01.05.2003. I Cantoni Ginevra, Vaud e Vallese hanno chiesto un aiuto supplementare al Consiglio federale per fare fronte al vertice del G8, segnatamente diverse centinaia di forze di polizia straniere. La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold ha invitato i tre consiglieri di Stato per una discussione. Sabato si recherà a Ginevra per discutere con i rappresentanti dei Cantoni delle possibilità di concedere ulteriori prestazioni d'aiuto. La consigliera federale intende trovare una soluzione per l'impiego della polizia che consenta, nella misura del possibile, di fare a meno delle forze di polizia straniere.

Per quanto riguarda la pianificazione delle disposizioni di sicurezza e la cooperazione di polizia tra Francia e Svizzera come pure all'interno del nostro Paese in vista del vertice del G8 che si terrà dal 1° al 3 giugno 2003 a Evian-les Bains, Francia, sono stati compiuti notevoli passi avanti.

Le previste dimostrazioni rappresentano una grande sfida per i corpi cantonali di polizia dei Cantoni Ginevra, Vaud e Vallese, responsabili della sicurezza sul territorio svizzero. Gli organi di polizia dei Cantoni presumono un afflusso di oltre 100'000 dimostranti. I tre Cantoni che si affacciano sul Lago Lemano si sono quindi rivolti al Consiglio federale sottoponendo la richiesta di un sostegno supplementare che va oltre all'impiego intercantonale di polizia già approvato.

Già nel mese di gennaio di quest'anno, il Consiglio federale aveva assicurato ai Cantoni Ginevra, Vaud e Vallese il sostegno da parte della Confederazione per il mantenimento dell'ordine e della sicurezza sia prima che durante il vertice a Evian. Di fatto, ha approvato la garanzia di un impiego intercantonale di polizia, la messa a disposizione di materiale dell'esercito adeguato e di forze militari a favore dei Cantoni.

La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold ha invitato per una discussione i membri del Governo competenti dei tre Cantoni, Micheline Spoerri (GE), Jean-Claude Mermoud (VD) e Jean René Fournier (VS) e sabato 3 maggio 2003 si incontrerà con loro a Ginevra. Il capo del DFGP intende discutere con loro sul posto delle possibilità di concedere altre prestazioni d'aiuto da parte della Confederazione e dei restanti Cantoni della Svizzera. La consigliera federale vuole trovare una soluzione per l'impiego della polizia che permetta di fare a meno delle frorze di polizia straniere.

Lunedì: ulteriore incontro con i rappresentanti politici

Inoltre, lunedì 5 maggio 2003, la consigliera federale Ruth Metzler-Arnold ha invitato a Berna i rappresentanti politici dei quattro concordati di polizia e dei Cantoni Zurigo e Ticino e della città di Zurigo, non appartenenti ad alcun concordato, come pure una rappresentanza dei Cantoni interessati di Ginevra, Vaud e Vallese. L'incontro è teso a definire un quadro politico comune per un potenziamento del sostegno della polizia già approvato da parte degli altri Cantoni.

In base ai risultati di tali discussioni il Consiglio federale sarà in grado di valutare le eventuali ulteriori misure da parte della Confederazione.

Nota per le redazioni:

Sabato 3 maggio 2003, verso le 10.30 nella Salle de Presse dell'aeropor-to di Ginevra-Cointrin (presso il check-in) si terrà un Point de Presse con la consigliera federale Ruth Metzler-Arnold e i consiglieri di Stato.

Dopo l'incontro di lunedì 5 maggio 2003 verso le 10.30 a Berna è previsto un Point de Presse nell'aula 86, edificio del Parlamento con la consigliera federale Ruth Metzler-Arnold.

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto