Accusa di violazione del segreto d’ufficio: sospensione del procedimento

Comunicati, DFGP, 01.02.2006

Berna, 01.02.2006. Il procuratore federale straordinario François Jomini ha concluso le sue indagini contro la violazione del segreto d’ufficio, l’abuso di autorità e atti compiuti senza autorizzazione per conto di uno Stato estero. Il procedimento penale è sospeso.

François Jomini indagò nei confronti di un esperto cui il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) aveva fatto capo nell’ambito di un’indagine di polizia giudiziaria e nei confronti di ignoti. Due delle parti interessate da una procedura del MPC avevano sporto denuncia: informazioni riservate attinenti alla procedura sarebbero giunte al pubblico. Il fatto che fra i potenziali informatori potessero esserci anche collaboratori degli organi di perseguimento penale della Confederazione ha reso necessario il ricorso a un procuratore federale straordinario.

Le indagini non hanno rilevato alcun indizio di una violazione del segreto d’ufficio, di un abuso di autorità o di atti compiuti senza autorizzazione per conto di uno Stato estero né da parte dell’esperto, né da parte di collaboratori delle autorità di perseguimento penale della Confederazione.

Contatto / informazioni
Informationsdienst EJPD, T +41 58 462 18 18, Contatto