Sistema d’informazione centrale sulla migrazione: modifica dei diritti di accesso e degli emolumenti

Comunicati, Il Consiglio federale, 16.11.2011

Berna. In futuro vari servizi e autorità che per legge devono adempiere compiti nel settore dell’asilo e degli stranieri potranno accedere in modo ancor più mirato ai dati necessari contenuti nel sistema d’informazione centrale sulla migrazione (SIMIC). Nel contempo vengono adeguati gli emolumenti per le ricerche della dimora. Mercoledì il Consiglio federale ha adottato le modifiche dell’ordinanza SIMIC, che entreranno in vigore il 1° dicembre 2011.

Il Sistema d’informazione centrale sulla migrazione (SIMIC) è la banca dati integrale per i dati personali nel settore dell'asilo e degli stranieri, che consente di uniformarne il trattamento su scala nazionale. La base legale necessaria alla modifica dell’ordinanza è data dalla legge federale sul sistema d’informazione per il settore degli stranieri e dell’asilo (LSISA; RS 142.51).

Le principali modifiche
  • L’ufficio Sirene dell’Ufficio federale di polizia, piattaforma centrale per il Sistema d’informazione Schengen, avrà un accesso ampliato ai dati SIMIC per poter adempiere meglio i propri compiti rispettando le scadenze fissate.
  • L’Autorità centrale per la protezione dei minori integrata nell'Ufficio federale di giustizia avrà accesso a determinati dati SIMIC per poter adempiere i compiti previsti dalla legge federale sul rapimento internazionale di minori e dalle Convenzioni dell’Aia sulla protezione dei minori e degli adulti. 
  • L’Amministrazione federale delle dogane e l’Amministrazione federale delle contribuzioni avranno accesso a SIMIC per riscuotere correttamente le imposte sull’importazione, sull’acquisto e sulle operazioni eseguite sul territorio svizzero.
  • L’Ufficio federale della migrazione (UFM) mette a disposizione dell’Ufficio federale di statistica dati supplementari per le statistiche federali sullo stato annuale della popolazione, sulla migrazione e sull’attività lucrativa. 
  • Per le ricerche della dimora, l’UFM preleverà da persone e organizzazioni un emolumento a copertura dei costi di 40 franchi (anziché gli attuali 20). 
  • Il catalogo dei dati in allegato è integrato con i campi dati necessari per il settore delle naturalizzazioni. 
  • Un’ulteriore integrazione dell’Allegato 1 dell’ordinanza SIMIC consente di registrare in SIMIC anche i dati sulle misure coercitive fondate sul diritto in materia di stranieri.
  • L'Organizzazione svizzera d’aiuto ai rifugiati avrà accesso agli indirizzi che le servono per contattare per scritto i rifugiati.

Contatto / informazioni
Ufficio federale della migrazione, T +41 58 465 11 11, Contatto