Ufficio federale della migrazione

Giovani professionisti (tirocinanti)

La Svizzera ha concluso con diversi Stati dei cosiddetti accordi sui tirocinanti volti a consentire a giovani professionisti di approfondire le loro conoscenze professionali e linguistiche in Svizzera. Grazie agli accordi, i giovani professionisti possono ottenere un permesso di lavoro della durata massima di 18 mesi:

Argentina, Australia, Bulgaria, Canada, Filippine, Giappone, Monaco, Nuova Zelanda, Romania, Russia, Sudafrica, Ucraina, USA

Sono ammessi come tirocinanti i cittadini di questi Paesi in possesso di un diploma professionale o di studio. Per quanto riguarda il Canada, sono ammessi anche gli studenti che intendono effettuare uno stage quale parte integrante della loro formazione, mentre nel caso del Giappone sono ammessi esclusivamente i titolari di un diploma universitario. Limite d’età: 35 anni (deroghe: Australia, Nuova Zelanda e Russia: 30 anni).

Gli stage professionali sono intesi quale perfezionamento. L’impiego deve corrispondere alla professione appresa o all’ambito degli studi in corso. L’esercizio di un’attività indipendente non è autorizzato e il lavoro a tempo parziale non è possibile. I giovani professionisti devono beneficiare di una rimunerazione conforme a quella in uso nella regione e nella professione.

L’ammissione all’attività lucrativa in Svizzera sulla base degli accordi internazionali sullo scambio di tirocinanti è retta dagli art. 30 LStr e 42 OASA.

In linea di principio spetta al tirocinante cercare un impiego in Svizzera. Le domande vanno presentate all’ufficio competente nel Paese di origine.

Qui accanto troverete informazioni dettagliate sulla procedura di rilascio del permesso, il modulo di domanda ufficiale e un contratto di lavoro standard.

Brasile e Tunisia

La Svizzera ha parimenti firmato accordi sullo scambio di giovani professionisti con il Brasile (il 13.10.2011) e la Tunisia (l’11.06.2012). I due accordi non sono ancora entrati in vigore. Per il momento, non è pertanto possibile presentare una domanda per uno stage in questi Paesi. Non appena gli accordi entreranno in vigore, troverete sul nostro sito le indicazioni necessarie sull’iter da seguire.