Ufficio federale di polizia

Cooperazione

In Svizzera la sovranità territoriale in materia di polizia spetta ai Cantoni. Pertanto nel nostro Paese non esiste una cosiddetta polizia nazionale. Questo sistema presenta numerosi vantaggi. Tuttavia, con l’aumento dei problemi di portata sovracantonale e persino sovranazionale, il federalismo nel settore della polizia potrebbe anche costituire un ostacolo. I Cantoni hanno quindi istituito diverse forme di cooperazione, fra cui una scuola di polizia comune, concludendo concordati intercantonali e altri accordi. Inoltre sono intenzionati a introdurre delle semplificazioni in vari ambiti, quali l’equipaggiamento, il che consente anche di realizzare obiettivi di risparmio.

Cooperazione nazionale
La Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali della Svizzera (CCPCS) e l’Associazione svizzera dei corpi delle polizie municipali sono costantemente impegnati a migliorare la cooperazione fra i Cantoni e le città nonché con la Confederazione. Entrambe le organizzazioni analizzano e trattano i temi più importanti per la polizia, conducendo relative trattative in comune. L’organo principale a livello politico è la Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia (CDCGP).


Cooperazione a livello internazionale

La Confederazione gestisce il centro nazionale di contatto per quanto riguarda la cooperazione con le autorità di polizia estere. In tale contesto la Confederazione esegue importanti compiti di coordinamento in tutta la Svizzera (cfr. la rubrica dedicata alla cooperazione internazionale di polizia).