Ufficio federale di giustizia

Legge federale sul principio di trasparenza dell'amministrazione

Ritorno alla pagina «Progetti di legislazione conclusi »
Di che cosa si tratta?
  • Fatte salve alcune eccezioni l'attività dell'amministrazione è in linea di principio segreta. La nuova legge rivolta il sistema del segreto attribuendo ad ognuno il diritto di accesso a documenti ufficiali senza dover giustificare un interesse particolare.
  • Si prevede una procedura semplice e rapida. In caso di contenzioso, un organo di mediazione cercherà di regolamentare le vertenza in via amichevole. L'amministrazione pronuncia una decisione impugnabile presso una Commissione specializzata solamente se la mediazione dovesse fallire. La procedura è in linea di principio gratuita. Un emolumento può essere riscosso in taluni casi.
  • Il principio della trasparenza non è tuttavia assoluto. Prevede infatti una serie di eccezioni che prendono in considerazione gli interessi pubblici e privati preponderanti per il mantenimento del segreto. E' dato un interesse pubblico preponderante se, per esempio, la comunicazione anticipata di documenti ufficiali lede la libera formazione dell'opinione e della volontà di un'autorità o può compromettere la sicurezza interna o esterna della Svizzera. E' dato per esempio un interesse privato preponderante se l'accesso a un documento ufficiale può ledere in modo considerevole la sfera privata o svelare segreti professionali, di fabbricazione o d'affari.

Cos’è stato fatto finora?
  • Il Parlamento si è espresso più volte a favore di un cambiamento di sistema per introdurre il principio della trasparenza attenuato da alcune eccezioni. Tre interventi parlamentari sono più precisamente all'origine di questo avamprogetto di legge.
  • Il 19 aprile 2000, il Consiglio federale pone in consultazione l'avamprogetto (con rapporto) di legge federale sulla trasparenza dell'amministrazione (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 9 marzo 2000, il Consiglio federale prende atto dei risultati della procedura di consultazione e incarica il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), di elaborare un messaggio (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 29 maggio 2002, il Consiglio federale decide che dapprima si debba chiarire il finanziamento dei costi supplementari occasionati dall'introduzione del principio di trasparenza. Al momento dei dibattiti sui preventivi, dopo la pausa estiva, esso si occuperà quindi degli aspetti ulteriori di questo progetto (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 22 agosto 2002, il Consiglio federale delinea il campo d'applicazione della legge sulla trasparenza e decide di attribuire all'Incaricato federale della protezione dei dati le mansioni spettanti all'Incaricato della trasparenza. Il messaggio concernente la legge sulla trasparenza deve essere licenziato alla fine di quest'anno (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il 12 febbraio 2003, il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente la legge federale sulla trasparenza dell'amministrazione (comunicato per i media comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (03.013)
    Documento in tedesco Documento in tedesco
    Documento in francese Documento in francese
    All'occasione della votazione finale del 17 dicembre 2004, la legge sulla trasparenza è accettata dal Consiglio nazionale et dal Consiglio degli Stati.
     
  • Il 29 marzo 2006 il Consiglio federale appiana le ultime divergenze per quanto riguarda l'attuazione della legge federale sulla trasparenza dell'amministrazione, stabilendo che la legge e la relativa ordinanza esecutiva entreranno in vigore il 1o luglio 2006 (comunicato per i media comunicato per i media).
  • Il Consiglio federale fissa al 1° luglio 2006 l’entrata in vigore della legge federale sulla trasparenza dell'amministrazione (comunicato per i media comunicato per i media).

Documentazione

Procedura di consultazione
Parere e studio
Ordinanza
Contatto / informazioni
Simone Füzesséry, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 47 59, Contatto
Robert Baumann, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 41 61, Contatto