Gerardo Cuomo estradato all'Italia

Comunicati, UFG, 29.06.2001

Oggi, venerdì, la Svizzera ha estradato Gerardo Cuomo all'Italia. Nel corso della mattinata, Cuomo, in precarie condizioni di salute, è stato condotto a Chiasso a bordo di un'ambulanza, per essere consegnato alle autorità italiane.

Cuomo era stato arrestato il 10 maggio 2000 a Zurigo. Nella domanda d'estradizione, le autorità italiane lo accusavano di essere membro di un'organizzazione criminale e di essere implicato nel contrabbando di sigarette. Il 27 novembre 2000 l'Ufficio federale di giustizia (UFG) aveva concesso l'estradizione soltanto per la partecipazione a un'organizzazione criminale, in quanto il contrabbando di sigarette è un reato fiscale per il quale la legge sull'assistenza giudiziaria non prevede l'estradizione. Il 20 aprile 2001 il Tribunale federale aveva respinto un ricorso contro la decisione di estradizione.

L'estradizione è stata in un primo tempo differita poiché Cuomo si trovava in detenzione preventiva in Svizzera e il procedimento penale svizzero aveva la precedenza. Dopo che le autorità ticinesi hanno inflitto a Cuomo una condanna con la condizionale, l'UFG ne ha ordinato l'immediata consegna all'Italia. Conformemente alla decisione di estradizione, le autorità italiane potranno giudicare Cuomo per la partecipazione a un'organizzazione criminale, ma non per il contrabbando di sigarette.

Info complementari