Sospese le indagini per violazione del segreto d'ufficio

Comunicati, DFGP, 04.03.2005

Berna, 04.03.2005. Il procuratore federale straordinario Yves Maître ha sospeso le sue indagini in relazione a un'azione penale per violazione del segreto d'ufficio in una procedura di assistenza giudiziaria del Ministero pubblico della Confederazione.

Il 18 marzo 2004 il settimanale Hebdo ha pubblicato informazioni inerenti al procedimento condotto dal Ministero pubblico della Confederazione nell'ambito dell'assistenza giudiziaria con la Procura generale della Federazione russa. Si trattava in particolare del blocco da parte del Ministero pubblico della Confederazione di circa 6,2 miliardi di franchi depositati su diversi conti bancari. Sulla base di tale rapporto, due società coinvolte hanno sporto denuncia penale contro collaboratori del Ministero pubblico della Confederazione per violazione del segreto d'ufficio e atti procedurali inappropriati. In seguito il Consiglio federale ha nominato Yves Maître, procuratore del Cantone del Giura, alla carica di procuratore federale straordinario assegnandogli il compito di indagare sul caso.

Nelle sue indagini Maître è giunto alla conclusione che non vi sono sufficienti indizi indicanti una violazione del segreto d'ufficio da parte di collaboratori del Ministero pubblico della Confederazione e ha quindi sospeso le indagini.