La CFCG pubblica il rapporto annuale 2007

Parole chiave: Autorità

Comunicati, CFCG, 09.06.2008

Berna. Nel 2007 il prodotto lordo delle case da gioco ha superato il miliardo. Grazie a un’aliquota fiscale media vicina al 53 per cento, la Commissione federale delle case da gioco (CFCG) ha potuto incassare 544 milioni di franchi destinati all’AVS e ai Cantoni. In seguito a prescrizioni mutate le case da gioco sono state costrette ad adattare i propri processi interni. Rispetto all’anno scorso il numero di procedimenti penali nell’ambito della lotta al riciclaggio di denaro è sensibilmente diminuito.

Rispetto all’anno precedente, nel 2007 le case da gioco hanno nuovamente potuto aumentare le proprie entrate, registrando complessivamente un prodotto lordo dei giochi di 1’018 milioni di franchi (+ 6,8 %). La tassa sulle case da gioco ha reso complessivamente 544 milioni di franchi (+ 9,9 %). Al fondo di compensazione AVS sono stati assegnati 458,3 milioni di franchi, mentre i Cantoni hanno incassato 86,2 milioni di franchi. L’aliquota fiscale è ammontata al 52,9 per cento.

Il 1° luglio 2007 la CFCG ha messo in vigore la nuova ordinanza sul riciclaggio di denaro, adattando ai nuovi standard internazionali i pertinenti obblighi di diligenza delle case da gioco. In virtù della nuova ordinanza le case da gioco hanno adattato i propri processi interni entro i termini prescritti.

Su ordine della CFCG le case da gioco hanno esaminato – cinque anni dopo l’inizio dell’attività - i propri sistemi per prevenire le conseguenze socialmente nocive del gioco. In seguito a un’analisi esaustiva, la CFCG ha indicato alle case da gioco dove si impongono miglioramenti, esortandole a procedere agli adattamenti necessari.

Rispetto all’anno precedente, nel 2007 è notevolmente diminuito il numero di procedimenti penali che la CFCG ha dovuto condurre per violazioni del divieto del gioco d’azzardo al di fuori delle case da gioco. La CFCG ha constatato che a determinate condizioni i tornei di poker possono essere considerati giochi di destrezza legali ai sensi del diritto federale. Su domanda hanno classificato alcuni tornei come giochi di destrezza. L’eventuale disciplinamento e l’autorizzazione di tali giochi rientra nell’ambito di competenza dei Cantoni.

In marzo 2007 il Consiglio federale si è occupato delle raccomandazioni presentate dalla CFCG nel rapporto «Situazione delle case da gioco in Svizzera», accettando in larga misura le proposte della commissione. Ha deciso in particolare di rinunciare al rilascio di nuove concessioni fintanto che non si possono valutare in modo più affidabile le conseguenze di un tale rilascio. La CFCG ha dato l’incarico di elaborare perizie che mettano a disposizione le pertinenti basi decisionali.

Basandosi sulle raccomandazioni della CFCG, il Consiglio federale ha inoltre affidato diversi incarichi con l’obiettivo di verificare le basi legali in vigore. In seguito a uno di questi mandati la CFCG ha cominciato a esaminare se sia appropriato allentare il divieto dei giochi d’azzardo su Internet.

Info complementari