Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni: indagine conoscitiva in merito a due revisioni parziali

Comunicati, DFGP, 08.06.2011

Berna. L’ordinanza sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni e la relativa ordinanza sugli emolumenti, entrambe risalenti allo scorso decennio, vanno adeguate all’attuale stato della tecnica. Oggi il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha avviato un’indagine conoscitiva presso le associazioni di categoria e le conferenze cantonali interessate. L’indagine si concluderà il 29 luglio 2011.

Rivedendo l’ordinanza del 31 ottobre 2001 sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (OSCPT; RS 780.11), il DFGP intende rendere più chiaro e trasparente l’elenco delle misure di sorveglianza che il servizio di sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni effettua a favore delle autorità inquirenti – dietro approvazione del giudice dei provvedimenti coercitivi e con l’aiuto di fornitori di servizi di telecomunicazione (provider). Adeguando l’elenco s’intende aumentare il grado di determinatezza normativa e quindi rafforzare la certezza del diritto.

La revisione parziale dell’ordinanza del 7 aprile 2004 sulle tasse e indennità nell’ambito della sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (RS 780.115.1) si prefigge di fissare gli emolumenti per le autorità inquirenti e le indennità per i fornitori di servizi di telecomunicazione per ciascuna di queste misure. L’entità degli emolumenti e delle indennità resta invariata e riflette l’attuale tariffario.

Info complementari