Mario Gattiker nuovo direttore dell’Ufficio federale della migrazione

Comunicati, Il Consiglio federale, 16.12.2011

Berna. Venerdì il Consiglio federale ha nominato l’attuale direttore ad interim Mario Gattiker a direttore dell’Ufficio federale della migrazione (UFM), con effetto al 1° gennaio 2012.

Il 55enne Mario Gattiker è un esperto riconosciuto in materia di asilo e di migrazione. Dotato di eccellenti competenze direttive, Gattiker dispone di una vasta rete di contatti su scala cantonale e nazionale, negli ambienti politici e nell’Amministrazione. Vanta inoltre una lunga esperienza della politica migratoria sullo scacchiere nazionale e internazionale.

Dal 1984 Mario Gattiker, laureato in diritto, ha lavorato per varie fondazioni e opere umanitarie svizzere. Ha in particolare diretto il servizio giuridico della Caritas dal 1989 al 2001. In seguito ha assunto la direzione della Segreteria della Commissione federale degli stranieri ed è stato nominato a capo della Sezione Integrazione dell’Ufficio federale degli stranieri (UFS). Dal 2003 ha diretto, in veste di vicedirettore, la Divisione Integrazione e cittadinanza dell’UFS, poi divenuto l’Ufficio federale dell’immigrazione, dell’integrazione e dell’emigrazione (IMES). Dopo la nascita dell’UFM in seguito alla fusione dell’IMES con l’Ufficio federale dei rifugiati il 1° gennaio 2005, Mario Gattiker è stato dapprima vicedirettore, poi capo dell’Ambito direzionale Lavoro, integrazione e cittadinanza. Il 1° dicembre 2010 è infine stato nominato vicedirettore dell’UFM.

Con un effettivo di oltre 740 collaboratori l’UFM è uno degli uffici federali più grandi. Il nuovo direttore è chiamato ad affrontare sfide importanti, legate in particolare all’aumento dell’immigrazione e delle domande di asilo. L’inevitabile accelerazione delle procedure richiede inoltre una reimpostazione della politica in materia di asilo. Un altro compito primario consiste nel restituire un po’ di continuità all’UFM, la cui ristrutturazione non è del tutto terminata.