Simonetta Sommaruga riceve il ministro marocchino della giustizia Mustapha Ramid

Comunicati, DFGP, 21.05.2012

Berna. Lunedì, la consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha ricevuto per un breve incontro bilaterale il ministro marocchino della giustizia e delle libertà Mustapha Ramid. I due ministri hanno concordato di approfondire le discussioni tese a migliorare la cooperazione in materia di migrazione.

Simonetta Sommaruga e Mustapha Ramid hanno sottolineato la buona cooperazione tra i due Stati. Hanno affrontato diversi aspetti di tale cooperazione in istituzioni multilaterali, quali l’ONU, il Consiglio dei diritti dell’uomo o la Francofonia. Sono state anche discusse questioni bilaterali, quali ad esempio l’assistenza giudiziaria. Il ministro marocchino ha inoltre illustrato lo stato attuale della riforme del sistema giudiziario in Marocco. Le due parti hanno concordato di esaminare le possibilità del DFGP di sostenere questi sforzi, ad esempio mediante uno scambio di esperti.

Cooperazione in materia di migrazione

Simonetta Sommaruga ha anche affrontato il tema della collaborazione in materia di migrazione. Entrambe le parti hanno sottolineato l’importanza di considerare il fenomeno della migrazione in tutti i suoi aspetti. Hanno osservato che anche il Marocco stesso si trova ad affrontare sfide nel settore della migrazione. Soprattutto dopo i sovvertimenti nell’Africa del Nord il Paese sta progressivamente diventando un Paese di transito per i migranti. Il Marocco è inoltre interessato a che i cittadini altamente qualificati restino in Marocco per dare il loro contributo allo sviluppo del Paese.

Simonetta Sommaruga ha osservato che la cooperazione concreta in materia di migrazione può essere migliorata in riferimento all’identificazione dei richiedenti, un elemento cruciale per organizzare il ritorno in Marocco delle persone che si trovano in situazione irregolare nel nostro Paese. I ministri hanno concordato di approfondire le discussioni già avviate dagli esperti, al fine di trovare al più presto soluzioni pratiche.

Il ministro Ramid si trova attualmente per la riunione del Consiglio dei diritti dell’uomo dell’ONU a Ginevra. Nel quadro della sua attività ordinaria, il Consiglio sta attualmente valutando il Marocco.