Il Consiglio federale accoglie con favore le nuove disposizioni sulla verbalizzazione

Parole chiave: Diritto procedurale

Comunicati, Il Consiglio federale, 23.05.2012

Berna. Nel suo parere pubblicato mercoledì, il Consiglio federale plaude alla semplificazione delle disposizioni sulla verbalizzazione dei Codici di procedura penale e civile proposta dalla Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati.

Secondo le modifiche di legge elaborate dalla Commissione, la corte giudicante potrà in futuro rinunciare a leggere o a far leggere e firmare il verbale dell’interrogatorio all’interrogato, ma solo a condizione che l’interrogatorio sia registrato. Il Consiglio federale sottolinea che la semplificazione non sopprime l’obbligo della verbalizzazione seduta stante. In questo modo vi è la garanzia che, al termine della procedura probatoria e del contraddittorio, la corte giudicante e le parti dispongano dei documenti necessari per le arringhe e la deliberazione della sentenza.

Come rilevato dal Consiglio federale, le nuove disposizioni nel processo penale riguardano soltanto le corti giudicanti. Viceversa, nella procedura preliminare l’interrogato continuerà a leggere i verbali d’interrogatorio della polizia e del pubblico ministero e a confermarne la correttezza apponendo la propria firma.

Info complementari