Iniziativa popolare "Affinché i pedofili non lavorino più con fanciulli"

Votazione popolare del 18 maggio 2014

Il 18 maggio 2014 la maggioranza del Popolo e dei Cantoni ha accolto l’iniziativa popolare "Affinché i pedofili non lavorino più con fanciulli".

  

Risultati ufficiali


  • Partecipazione: 56,18%
  • Totale: 2'864'526
  • Sì: 1'819'822 (63,5%)
  • No: 1'044'704 (36,5%)

Il 18 maggio 2014 il popolo svizzero voterà sull’iniziativa „Affinché i pedofili non lavorino più con i fanciulli“. Il Consiglio federale respinge l’iniziativa in quanto ormai superata. Ancora prima che fosse presentata, l’Esecutivo aveva infatti avviato pertinenti modifiche di legge, che entreranno presto in vigore, per proteggere i minorenni dalle violenze.

Anche il Consiglio federale vuole tutelare i soggetti particolarmente vulnerabili come i bambini e le persone indifese dagli abusi e lo farà attraverso le nuove disposizioni di legge che permetteranno al giudice di vietare a un criminale l’esercizio di attività, professionali e non, a contatto con minorenni. L’interdizione potrà essere comminata a vita se risulta essere l’unico modo per proteggere la società. In caso contrario, avrà una durata più breve, per i reati sessuali di una certa gravità comunque durerà non meno di dieci anni.

L’iniziativa prevede invece un’interdizione a vita dell’esercizio di un’attività senza eccezioni e a prescindere dalle circostanze. Questo automatismo contraddice principi fondamentali su cui poggia la nostra società. Gli interventi dello Stato devono essere proporzionati: se l’autorità pubblica limita la libertà del singolo, lo deve fare nella misura in cui serve a raggiungere uno scopo. L’automatismo dell’iniziativa non consente interventi proporzionati di questo tipo.

Inoltre l’iniziativa non offre alcuna protezione laddove si registra il più alto numero di vittime, ossia nell’ambiente familiare e privato, in quanto non prevede alcuna misura a questi livelli. La revisione di legge, elaborata dal Consiglio federale e dal Parlamento, offre invece la possibilità di tenere lontani i criminali dai minorenni in quanto prevede un divieto di avere contatti e di accedere ad aree determinate.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 18.05.2014