Legge federale sui giochi in denaro

Votazione popolare del 10 giugno 2018

Parole chiave: Gioco in denaro | Votazione

La nuova legge sui giochi in denaro è stata accettata alle urne il 10 giugno 2018 con il 72,9 % di voti favorevoli.
 

Risultati ufficiali provvisori


  • Partecipazione: 33,7%
  • Totale: 1'818'229
  • Sì: 1'325'982 (72,9%)
  • No: 492'247 (27,1%)

Sotto trovate le informazioni sulla nuova legge sui giochi in denaro che il DFGP aveva messo in rete prima della votazione del 10 giugno 2018.

Dichiarazione per la TV

Consigliere federale Ignazio Cassis

La nuova legge sui giochi in denaro

Conferenza stampa del 12 marzo 2018

(Questo contenuto non è disponibile in italiano)

Di cosa si tratta?

Nella votazione popolare dell'11 marzo 2012, l'87 per cento dei votanti e tutti Cantoni hanno approvato la nuova disposizione costituzionale sui giochi in denaro (art. 106 Cost.). Nel settembre 2017, il Parlamento ha adottato con una netta maggioranza la nuova legge sui giochi in denaro che attua la disposizione costituzionale e sostituisce una legislazione datata. La nuova legge si attiene a una politica consolidata con regole e controlli chiari: chi vuole organizzare giochi in denaro in Svizzera deve rispettare il diritto svizzero e dare un contributo al bene comune.

La legge comporta anche alcune novità …

... compie il passo da tempo necessario verso l'era digitale: la legge sui giochi in denaro autorizza nuove offerte in Internet, tenendo così conto della digitalizzazione. Anche in questo settore vigono però regole chiare, poiché l’Internet non è un’area in cui non si applica il diritto. La legge prevede in particolare di impedire l'accesso ai giochi online non autorizzati (maggiori informazioni al riguardo nei FAQ). Oggi le imprese che propongono in Svizzera giochi su Internet non forniscono alcun contributo al bene comune del nostro Paese e non sono neppure tenute a impedire la dipendenza dal gioco, le truffe o il riciclaggio di denaro. Per il Consiglio federale e il Parlamento è chiaro: i giochi non autorizzati non devono essere tollerati né nei retrobottega né nelle cantine né su Internet.

… ogni anno garantisce un contributo miliardario all'AVS/AI, alla cultura, al settore sociale e allo sport: ogni anno circa un miliardo di franchi viene versato dalle case da gioco, dalle scommesse sportive e dalle lotterie all'AVS/AI (2016: 276 milioni di franchi) e a molte altre organizzazioni di pubblica utilità (2016: 630 milioni di franchi). Coloro che propongono giochi in denaro in linea non autorizzati non versano invece alcun contributo a favore della collettività, poiché, trovandosi la loro sede all’estero, non sono vincolati dal diritto svizzero. Possono pertanto incassare la totalità dei loro proventi. Si stima che in questo modo vengano a mancare alla Svizzera oltre 250 milioni all’anno – con tendenza in aumento, dato che gli utili degli organizzatori di giochi non autorizzati sono in crescita (quasi del 15 % all’anno). Senza la legge sui giochi in denaro non è possibile fermare questo deflusso di fondi. La legge garantisce che in futuro tutti gli organizzatori versino contributi a favore del bene comune.

rafforza la prevenzione e la protezione: la dipendenza dal gioco può avere effetti disastrosi non soltanto per le persone dipendenti ma anche per tutte le persone a loro vicine. La nuova legge rafforza la la protezione dalla dipendenza dal gioco. Ad esempio, essa obbliga non soltanto le case da gioco ma anche le società di lotterie a escludere dal gioco le persone che ne sono dipendenti, tutelando inoltre tutti i consumatori poiché l'autorizzazione è concessa soltanto agli organizzatori che rispettano le prescrizioni svizzere. Queste misure forniscono un contributo importante alla prevenzione.

… intensifica la lotta contro le manipolazioni delle scommesse sportive e contro il riciclaggio di denaro: la legge rende i giochi in denaro più sicuri e trasparenti. Soprattutto riduce il pericolo delle manipolazioni anche per le scommesse sportive (cfr. in proposito Convenzione di Macolin), tutelando quindi i consumatori nei confronti delle truffe. Inoltre, sottopone un numero maggiore di organizzatori alla legge sul riciclaggio di denaro.

… prevede l'esenzione fiscale della maggior parte delle vincite al gioco: nella maggior parte dei casi i giocatori non dovranno più pagare imposte sulle loro vincite: ad esempio, tutte le vincite alle lotterie fino a un milione di franchi saranno esenti da imposta. Attualmente le vincite ottenute nelle case da gioco sono esenti da imposta, mentre le vincite alle lotterie e scommesse sportive superiori a 1000 franchi non lo sono. La legge sui giochi in denaro elimina questa disparità.

Il referendum

Il referendum contro la nuova legge sui giochi in denaro è stato lanciato da diversi gruppi con il sostegno di grandi società straniere del settore dei giochi in denaro. Il 30 gennaio 2018, la Cancelleria federale ha dichiarato che il referendum è riuscito (comunicato stampa) e il 31 gennaio 2018 il Consiglio federale ha deciso di sottoporre al voto la legge sui giochi in denaro il 10 giugno 2018 (comunicato stampa).

Parere del Consiglio federale e del Parlamento

Il Consiglio federale e il Parlamento raccomandano di accettare la nuova legge sui giochi in denaro. La legge consente il diritto svizzero dei giochi in denaro di entrare nell'era digitale e rafforza la protezione nei confronti dei rischi del gioco. Attua inoltre la volontà del Popolo e dei Cantoni: in Svizzera devono continuare a poter essere offerti soltanto giochi autorizzati e controllati e i relativi ricavi devono andare a vantaggio del bene comune.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 10.06.2018