Domande e risposte sulla legge sui giochi in denaro

 

In generale

La legge sui giochi in denaro attua l’articolo 106 della Costituzione. La popolazione deve essere protetta dai pericoli insiti nei giochi in denaro come ad esempio la manipolazione, la truffa, la dipendenza dal gioco o il riciclaggio di denaro.

Inoltre lo svolgimento dei giochi deve essere sicuro e trasparente e gli utili degli organizzatori di giochi in denaro devono essere versati all’AVS e all’AI o destinati a scopi di utilità pubblica.

Chi organizza giochi in denaro è tenuto a versare tributi affinché la collettività non debba soltanto farsi carico degli oneri: ogni anno quasi un miliardo di franchi è versato dalle case da gioco e dalle lotterie a favore dell’AVS e di organizzazioni di pubblica utilità nel settore dello sport, della cultura e delle opere sociali. Concretamente ne beneficiano, ad esempio, Swiss Olympic, lo sport giovanile, il Museo svizzero dei trasporti, il Castello di Chillon, il "Tavolino magico" o "Estival Jazz Lugano".

I giochi in denaro sono caratterizzati da due elementi: il versamento di una posta e la possibilità di una vincita. Sono esclusi dal campo d’applicazione della legge i giochi gratuiti che prospettano una vincita ma la cui partecipazione non richiede alcuna posta pecuniaria, in natura o la conclusione di un negozio giuridico, oppure i giochi che non sono gratuiti ma per i quali non c'è la possibilità di una vincita in denaro o in natura.

Promemoria sui giochi gratuiti e sulle poste

 

Giochi

  • I giochi da casinò tradizionali delle case da gioco, quali roulette, black jack o poker (dall’inizio del 2019 possono essere proposti anche online). I giochi da casinò sono autorizzati soltanto nelle case da gioco concessionarie.
  • Lotterie e scommesse sportive: Swisslos e Loterie Romande sono le sole società che possono organizzare lotterie e scommesse sportive in più Cantoni, in modo automatizzato oppure online. Tuttavia le scommesse sportive locali e le piccole lotterie possono essere offerte anche da altre società.
  • Piccoli tornei di poker al di fuori delle case da gioco, a condizione che sia stata rilasciata un’autorizzazione dal Cantone di ubicazione.
  • Giochi di destrezza: possono essere svolti da Swisslos, Loterie Romande e le case da gioco. La legge sui giochi in denaro non si applica ai giochi di destrezza il cui svolgimento non è né automatizzato, né intercantonale, né online (ad esempio le partite di "briscola" in un ristorante). Possono dunque essere ammessi senza restrizioni, a condizione che il Cantone non preveda regole.

Promemoria sui giochi in denaro legali in Svizzera
Promemoria sui "piccoli tornei di poker" 

In Svizzera vivono alcuni giocatori di poker professionisti, che devono poter partecipare ai tornei internazionali di poker online. La legge sui giochi in denaro comporta importanti progressi per il poker online, in quanto abolisce il divieto di proporre giochi da casinò in linea, come il poker online. Le case da gioco con una concessione estesa allo svolgimento di giochi da casinò online sono autorizzate a svolgere tornei di poker e possono collaborare con le piattaforme di poker estere. I giocatori di poker svizzeri possono quindi giocare su siti Internet autorizzati.

Le scommesse in denaro sono consentite se sono strettamente correlate ad un evento sportivo. Altre scommesse non sono ammesse. Le scommesse sportive possono essere offerte online o tramite punti vendita (come ad esempio nelle edicole). Sono inoltre autorizzate determinate scommesse sportive per le quali si può effettuare la giocata anche quando la competizione sportiva è già in corso, ossia le scommesse in tempo reale.

Solo Swisslos e la Loterie Romande sono autorizzati ad organizzare scommesse sportive il cui svolgimento è automatizzato, intercantonale oppure online.

Anche altre associazioni possono organizzare scommesse sportive, a condizione che si svolgano negli stessi locali della competizione sportiva in questione (ad esempio in un ippodromo). Tali scommesse non possono quindi essere offerte né in Internet né agli apparecchi automatici.

Promemoria sulle scommesse sportive

Sì. I giochi in denaro nella cerchia privata sono ammessi, a condizione che non siano organizzati per mestiere. Tra i giocatori deve esserci un legame, ad esempio di carattere familiare o professionale. Il numero dei partecipanti deve essere contenuto, la somma delle vincite bassa e l'organizzatore non può trarre un vantaggio finanziario dal gioco.

Promemoria sui giochi in denaro nella "cerchia privata"  

 

Protezione e prevenzione

Varie disposizioni della nuova legge rafforzano la protezione contro la dipendenza dal gioco. In particolare obbliga espressamente i Cantoni con le loro società di lotterie ad adottare misure contro il gioco eccessivo: non soltanto le case da gioco ma anche le società di lotterie devono escludere dai giochi le persone dipendenti.

I Cantoni sono tenuti ad adottare misure di prevenzione e a offrire consulenza e cure alle persone dipendenti dal gioco e alle persone loro vicine. Prevedono anche una tassa destinata alla prevenzione dalla dipendenza dal gioco. Inoltre le autorità di vigilanza sono chiamate maggiormente a occuparsi della protezione contro la dipendenza dal gioco. In concreto, ciò significa che tra i membri della Commissione federale delle case da gioco e dell’autorità intercantonale vi deve essere almeno uno specialista in materia di prevenzione della dipendenza dal gioco. La legge prevede inoltre disposizioni specifiche per la protezione dei minorenni.

Promemoria sulla protezione dei minorenni secondo il diritto in materia di giochi in denaro

Vale anche in Internet il principio secondo cui una persona dipendente non può giocare. Non solo gli organizzatori di giochi da casinò, di grande estensione, le lotterie e le scommesse sportive intercantonali, ma anche chi propone giochi online deve bloccare l’accesso ai giocatori dipendenti. Questo è particolarmente importante poiché con pochi "clic" si può perdere molto denaro. 

 

Giochi online e blocco dell’accesso

È vietato organizzare giochi in denaro online non autorizzati in Svizzera accessibili dalla Svizzera. La procedura è la seguente: le autorità di vigilanza (la Comlot e la Commissione federale delle case da gioco [CFCG]) comunicano all’organizzatore di un gioco online non autorizzato che la sua offerta non è ammessa e lo invitano a bloccare l’offerta per i giocatori residenti in Svizzera. Se non lo fa, il gioco non autorizzato è inserito in un elenco pubblico di giochi bloccati. Il fornitore di accesso a Internet (provider) blocca l’accesso. Chi vuole accedere dalla Svizzera al gioco bloccato è deviato su una pagina Internet che lo informa che il gioco non è autorizzato in Svizzera.

Promemoria sui siti di giochi in linea non autorizzati

È vero che i giocatori possono eludere il blocco dell’accesso, ma giocare su un sito legale garantisce maggior sicurezza. E soprattutto: il blocco dell’accesso è efficace nei confronti di chi propone i giochi. Le esperienze maturate nei Paesi che applicano il blocco mostrano che la maggior parte degli offerenti rende inaccessibili le loro offerte non autorizzate, per non finire sulla lista "nera".

Promemoria sui siti di giochi in linea non autorizzati

Dal punto di vista tecnico sarebbe possibile bloccare anche le applicazioni, ma non è necessario. Già oggi infatti, su intervento delle autorità di vigilanza, le applicazioni di fornitori non autorizzati sono regolarmente cancellate dagli "app store".

No. L’articolo 92 della legge sui giochi in denaro prevede che l’autorità che ha disposto il blocco indennizza integralmente i fornitori per le installazioni necessarie a mettere in atto il blocco e per il loro esercizio.

No. I fornitori sono incaricati di bloccare i siti che si trovano su un elenco ufficiale delle offerte di gioco bloccate. La Commissione federale delle case da gioco (CFCG) e l’autorità intercantonale (Comlot) allestiscono e aggiornano l’elenco.

No. È vietato organizzare giochi in denaro online non autorizzati in Svizzera. I giocatori che partecipano ai di giochi in denaro online non autorizzati in Svizzera non sono punibili. Rischiano tuttavia che le loro poste e le eventuali vincite possano essere confiscate nell'ambito di un procedimento penale (contro un fornitore di offerte di giochi non autorizzate). Inoltre, le misure di protezione sociale e le regole per un gioco equo e trasparente previste nella legge sui giochi in denaro non possono essere garantite e verificate.

Promemoria sui siti di giochi in linea non autorizzati

 

Organizzatori, mercato

Le case da gioco con una concessione terrestre possono chiedere un’estensione della loro concessione allo svolgimento di giochi da casinò online. Per ogni gioco il concessionario necessita inoltre dell’autorizzazione della CFCG.

Sì, la legge non prevede il rilascio di una concessione esclusivamente per giochi da casinò online. I titolari di una concessione possono tuttavia proporre anche giochi online. Chiunque può richiedere una concessione quando le concessioni saranno messe nuovamente a concorso. Le concessioni esistenti scadono alla fine del 2024.

No. Come sinora, conformemente al diritto intercantonale le lotterie e le scommesse sportive possono essere proposte in modo legale soltanto da Swisslos e dalla Loterie Romande. Questo sistema consolidato si applica anche al settore online. Tuttavia, per offrire giochi in denaro in Svizzera, gli organizzatori esteri possono collaborare con quelli svizzeri.

Promemoria sulle scommesse sportive

 

Tasse

Le vincite dei giocatori nelle case da gioco sono esenti da tasse. Non però le vincite conseguite mediante giochi da casinò online, lotterie o scommesse, che sono imponibili se superano un milione di franchi.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’autorità cantonale competente.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 02.10.2019