Negoziati tra il DFGP e il Consiglio di Stato vodese

Parole chiave: Rimpatrio

Comunicati, DFGP, 06.07.2006

Berna e Losanna. Il consigliere federale Christoph Blocher e una delegazione del Consiglio di Stato vodese si sono incontrati mercoledì pomeriggio a Berna per fare il punto sui negoziati relativi al dossier dei richiedenti l’asilo respinti.

Le due parti hanno constatato che i casi di 1 523 richiedenti respinti, presentati dal Cantone di Vaud, erano stati oggetto di esame nell’ambito della circolare del 21 dicembre 2001 che determinava la prassi delle autorità federali per quel che riguarda la regolamentazione del soggiorno dei casi personali particolarmente rigorosi. È stato possibile regolarizzare la situazione di 1 062 persone. Attualmente i casi riguardanti 229 persone sono ancora in sospeso e si trovano o nella fase dell’esecuzione dell’allontanamento, o sono oggetto di una procedura di ricorso straordinario.

I casi di 83 persone che, secondo la legge, si trovano nella fase dell’esecuzione dell’allontanamento sono stati esaminati dall’Ufficio federale della migrazione (UFM). Stando alle autorità federali, 63 persone saranno ammesse in Svizzera, 4 persone potranno pure rimanere, ma fatta salva la verifica della loro identità, mentre per 16 persone è stato confermato l’allontanamento.

Inoltre, 146 persone sono ancora oggetto di una procedura straordinaria condotta dalla Commissione svizzera di ricorso in materia d’asilo (CRA) o dall’UFM. Questi casi potranno essere esaminati nello stesso modo soltanto dopo l’emanazione di una decisione da parte della CRA o dell’UFM che confermi l’allontanamento. Inoltre, in caso di entrata in vigore della nuova legge sull’asilo, a partire da gennaio 2007 l’UFM disporrà di una base legale per giudicare i casi personali particolarmente rigorosi.

Il Dipartimento vodese delle istituzioni (Département des institutions et des relations extérieures ; DIRE) comunicherà personalmente queste decisioni a ciascuna delle 229 persone interessate. Il Consiglio di Stato ha informato l’ufficio del Gran Consiglio in merito allo stato del dossier.

Il Governo vodese si è impegnato a rispettare d’ora in avanti le decisioni federali in materia d’asilo e organizzerà il ritorno delle persone tenute a lasciare la Svizzera.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 06.07.2006

Contatto

Contatto / informazioni

Urs von Arb Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 99 72
Contatto

Jean-Claude Mermoud
Département des institutions et des relations extérieures

 
T +41 21 316 41 51