Dati registrati elettronicamente anche nei documenti d’identità per stranieri

Applicazione del regolamento CE sui documenti d’identità

Comunicati, DFGP, 29.09.2006

Berna. In futuro, anche sui documenti di viaggio per stranieri che soggiornano in Svizzera ci saranno i dati biometrici registrati elettronicamente. Il Consiglio federale ha posto in consultazione la relativa revisione di legge. In questo modo la Svizzera si prepara come futuro membro dello spazio Schengen ad applicare anche l’ultima parte del regolamento della Comunità europea (CE) sui documenti d’identità.

Il Consiglio federale ha inviato in consultazione la revisione della nuova legge sugli stranieri (LStr), unitamente allo scambio di note con l’UE concernente l’adozione del regolamento CE sui documenti d’identità. La procedura di consultazione durerà fino all’8 gennaio 2006.

Le modifiche della nuova legge sugli stranieri sono di complemento alla revisione della legge sui documenti d’identità, già posta in consultazione nel 2005.

Dal progetto pilota all’introduzione definitiva

Adottando il regolamento CE sui documenti d’identità, la Svizzera s’impegna a introdurre definitivamente passaporti e documenti di viaggio biometrici entro due anni dall’entrata in vigore dell’Accordo di associazione a Schengen, ossia probabilmente tra fine 2008 e inizio 2009. Fino ad allora si produrrà temporaneamente solo un numero ridotto di passaporti del modello 06, nel quadro di un progetto pilota che ha avuto inizio il 4 settembre 2006. Tale progetto pilota si basa sull’ordinanza sui documenti d’identità già posta in vigore dal Consiglio federale.
I dettagli concernenti l’introduzione definitiva del passaporto con i dati biometrici registrati elettronicamente saranno stabiliti dopo la valutazione delle prime esperienze raccolte durante il progetto pilota. È invece già deciso da tempo che in futuro saranno registrate nel passaporto anche due impronte digitali.

Rimangono validi i passaporti già rilasciati

Considerati i rapidi sviluppi nel settore dei documenti d’identità, un caposaldo è che i passaporti prodotti prima della data d’introduzione di un nuovo modello rimangono validi. Chi possiede un passaporto, lo può dunque utilizzare fino alla data di scadenza e non deve farsene rilasciare uno nuovo.

Si ricorda che dopo il 26 ottobre 2006 vi sono due possibilità per recarsi e fare scalo negli Stati Uniti senza visto: essere in possesso di un passaporto 03 rilasciato prima di questa data o avere un passaporto 06 che contiene i dati registrati elettronicamente come richiesto dagli Stati Uniti. I titolari di un passaporto 85 o di un passaporto 03 rilasciato dopo il 26 ottobre necessitano invece di un visto.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 29.09.2006

Contatto

Comunicazione
T
+41 58 463 13 10
Contatto