Sviluppo dell’acquis di Schengen: il Consiglio federale trasmette al Parlamento il messaggio relativo all’adeguamento della legislazione sulle armi

Parole chiave: Armi | Schengen/Dublin

Comunicati, DFGP, 13.05.2009

Berna. In data odierna il Consiglio federale ha approvato il messaggio relativo al decreto federale che traspone nella legge sulle armi la modifica della direttiva CE sulle armi. Si è inoltre espresso a favore di un adeguamento della legge sulle armi e ha trasmesso il testo al Parlamento per l’approvazione. Lo sviluppo dell’acquis di Schengen riguardante la legislazione sulle armi sarà pertanto trasposto nel diritto svizzero.

La Svizzera soddisfa già ampiamente i presupposti sanciti dall’ultima modifica della direttiva CE sulle armi. Nella legislazione sulle armi sono pertanto necessari soltanto piccoli adeguamenti.

Il disegno di modifica prevede in particolare i seguenti adattamenti della legge sulle armi:

  • in futuro anche le unità elementari d’imballaggio delle munizioni saranno soggette all’obbligo di contrassegno;
  • le autorità cantonali saranno tenute a conservare per 20 anni i registri contenenti informazioni sulle armi, in cui gli armaioli documentano le proprie attività. Questo permetterà di migliorare la tracciabilità delle armi da fuoco;
  • nella legge sulle armi sarà creata una base legale per il sistema d’informazione elettronico prescritto dalla direttiva CE sulle armi. Attualmente i Cantoni gestiscono già simili sistemi d’informazione elettronici decentrati, in cui sono registrate tutti gli acquisti di armi da fuoco. S’intende pertanto rinunciare a un registro centrale delle armi;
  • le armi da fuoco, le loro parti essenziali o le unità elementari d’imballaggio delle munizioni che sono sprovviste del contrassegno necessario saranno sequestrate e di regola confiscate definitivamente dalle autorità competenti.

L’attuazione di queste disposizioni comporta anche un adattamento delle disposizioni penali della legge sulle armi. Gli altri adeguamenti della legge sulle armi che non sono correlati allo sviluppo dell’acquis di Schengen, hanno lo scopo di precisare la normativa.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 13.05.2009

Contatto

Contatto / informazioni

Comunicazione
T
+41 58 463 13 10
Contatto