Maggiore sostegno alle vittime di reati

Parole chiave: Vittime

Comunicati, Il Consiglio federale, 27.02.2013

Berna. Il Consiglio federale intende esaminare insieme ai Cantoni diverse misure per indurre le vittime di reati a sporgere più spesso denuncia e per offrire loro un sostegno maggiore. In un rapporto pubblicato mercoledì, il Governo esprime inoltre la volontà di migliorare le rilevazioni statistiche sulla criminalità e l’aiuto alle vittime.

Da una serie di sondaggi è emerso che in media viene denunciata solo la metà circa dei reati. Tale quota scende ulteriormente nel caso dei reati violenti: soltanto il 20 per cento circa delle vittime di reati sessuali e di violenza domestica sporge denuncia. Gli atti violenti, in particolare la violenza domestica, colpiscono gli stranieri in misura superiore alla media.

Il Consiglio federale intende eliminare, nella misura del possibile, gli ostacoli che inducono gli stranieri a non sporgere denuncia. Come indicato nel suo rapporto redatto in adempimento al postulato Fehr 09.3878 „Più denunce, maggiore effetto deterrente“, lo Stato e la società sono interessati all’applicazione del diritto e a un’alta percentuale di denunce. L’aumento della percentuale di denunce non deve però andare a scapito delle vittime. Spesso queste ultime hanno motivi giustificati per rinunciare a una denuncia; è pertanto compito dello Stato rimuovere nella misura del possibile i corrispondenti ostacoli. Va osservato in particolare che le vittime di violenza domestica straniere potrebbero essere indotte a rinunciare alla denuncia se, come conseguenza dello scioglimento della loro comunità familiare, devono temere la revoca o il rifiuto del permesso di dimora.

Migliorare l’assistenza alle vittime

Secondo il Consiglio federale, i Cantoni e la Confederazione sono tenuti a migliorare costantemente l’assistenza alle vittime. Nel suo rapporto il Consiglio federale rimanda ai vari progetti legislativi in corso che esercitano un effetto positivo sull’intenzione di denunciare il reato e aiutano le vittime a elaborare la violenza subita. Il Consiglio federale intende inoltre valutare, insieme ai Cantoni, le possibilità di potenziare il ruolo dei consultori per vittime di reati e migliorare l’assistenza alle vittime durante il procedimento penale. Vanno inoltre armonizzate le diverse statistiche sulla criminalità e l’aiuto alle vittime e colmate, nei limiti del possibile, eventuali lacune, al fine di consentire un’analisi migliore della situazione. Infine, il Consiglio federale seguirà attentamente gli effetti del nuovo diritto di procedura penale sulle vittime e prenderà in considerazione eventuali modifiche. L’esame della legge concernente l’aiuto alle vittime, previsto per il 2016, consentirà una prima valutazione del nuovo diritto.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 27.02.2013

Contatto

Contatto / informazioni

Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 48 48
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina