GRECO: insufficienti gli sforzi della Svizzera

Berna. Il GRECO (Groupe d'Etats contre la Corruption) giudica insufficiente, nel complesso, quanto intrapreso finora dalla Svizzera per attuare le sue raccomandazioni. Nel primo rapporto di conformità sulla valutazione del 2011, pubblicato oggi, il GRECO critica soprattutto l’assenza di misure per rendere trasparente il finanziamento dei partiti. Quanto alla corruzione di privati, il progetto governativo posto in consultazione è considerato un passo nella giusta direzione. Entro la primavera 2014, la Svizzera deve fare nuovamente rapporto al GRECO su come intende procedere.

La valutazione 2011 del GRECO verteva sulle disposizioni penali contro la corruzione e sul finanziamento dei partiti e in merito formulava raccomandazioni all’indirizzo della Svizzera. In particolare esortava a combattere con maggiore efficienza la corruzione privata e a rendere più trasparente il finanziamento dei partiti. Nel rapporto di conformità appena pubblicato, il GRECO esamina quanto intrapreso dalla Svizzera per attuare le misure raccomandate.

Nessun progresso sul finanziamento dei partiti

Pur riconoscendo le peculiarità del sistema politico svizzero, democrazia diretta e federalismo in primis, il GRECO ritiene insoddisfacente che la Svizzera continui a non prospettare alcuna base legale per migliorare la trasparenza nel finanziamento dei partiti. In seguito a tale critica, la Svizzera sarà monitorata nell’ambito della cosiddetta procedura di non conformità, che implica anzitutto l’obbligo di sottoporre al GRECO, già per fine aprile 2014, un rapporto su quanto intende intraprendere.

Buoni voti per la normativa penale anticorruzione

Nel testo anticorruzione posto in consultazione il 15 maggio 2013, il Consiglio federale proponeva di rendere perseguibile d’ufficio la corruzione di privati, sanzionandola anche in assenza di distorsioni concorrenziali. Il GRECO si è detto molto soddisfatto in merito.

Documenti

Ultima modifica 21.11.2013

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di giustizia
Ernst Gnägi
Bundesrain 20
CH-3003 Berna
T +41 58 462 40 81
F +41 58 462 78 79

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2013/2013-11-21.html