Sorveglianza delle telecomunicazioni: concluso il contratto con il nuovo produttore

Berna. Il riavvio dell’Interception Sistem Svizzera (ISS) è riuscito. È stato infatti concluso il contratto con il nuovo produttore per l’acquisizione di un nuovo sistema di elaborazione presso il Servizio di sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle comunicazioni (Servizio SCPT). Secondo la pianificazione attuale, il sistema sarà operativo nel 2015.

Il Servizio SCPT effettua, su ordine delle autorità di perseguimento penale e autorizzazione del giudice competente, la sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni per chiarire reati gravi e per la ricerca urgente di persone smarrite. Il Servizio SCPT raccoglie i dati necessari presso i fornitori di servizi di telecomunicazione (FST) e a tal fine gestisce un sistema di elaborazione. Il sistema attuale è giunto al termine del suo ciclo di vita ed è pertanto necessario acquistare un nuovo sistema. Il Servizio SCPT pianifica l’acquisto nell’ambito del progetto ISS in stretta collaborazione con le autorità di perseguimento penale e gli FST.

Poiché il progetto aveva subito vari rallentamenti, il 20 settembre 2013 il Dipartimento federale di giustizia e polizia ha deciso, insieme all’organo di gestione Sorveglianza delle telecomunicazioni, di porre termine alla collaborazione con l’attuale produttore dell’ISS e di riavviare il progetto con il produttore di un sistema alternativo già sottoposto a valutazione. Il Consiglio federale ha autorizzato il necessario credito aggiuntivo pari a 13 milioni di franchi.

Come previsto, il 18 dicembre 2013 è stato concluso il contratto con il produttore del sistema alternativo per la fornitura del nuovo ISS. Secondo la pianificazione attuale il nuovo sistema sarà operativo nel 2015.

Ultima modifica 19.12.2013

Inizio pagina

Contatto

Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni
Nils Güggi
Fellerstrasse 15
CH-3003 Bern
M +41 58 463 36 21

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2013/2013-12-190.html