Sorveglianza delle telecomunicazioni: messaggio sugli investimenti fino al 2021

Berna. Per assicurare il perseguimento di reati gravi e la ricerca urgente di persone sarà importante anche in futuro che le forze di polizia possano sorvegliare le telecomunicazioni. Ciò richiede investimenti negli appositi sistemi, come il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) aveva illustrato in maggio al Consiglio federale. Mercoledì quest’ultimo ha dunque trasmesso al Parlamento il relativo messaggio.

Il 28 maggio 2014, il DFGP ha presentato al Consiglio federale una panoramica degli investimenti richiesti e ha consultato specialisti esterni per un secondo parere: per il periodo 2016-2021 sono necessari investimenti annui nell'ordine di 17 milioni di franchi. Il credito complessivo richiesto dal Consiglio federale al Parlamento ammonta a 99 milioni di franchi.

Con il messaggio in questione viene richiesto alle Camere federali un credito complessivo per un progetto informatico di grande portata, che come tale sottostà alla severa procedura di monitoraggio decisa a marzo 2013 dal Consiglio federale. Il messaggio fa chiarezza sui costi previsti, mentre il Parlamento sta dibattendo la revisione della legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (LSCPT). Si tratta di investimenti necessari affinché le autorità di perseguimento penale possano analizzare anche in futuro, previa approvazione del giudice, la corrispondenza postale e il traffico delle telecomunicazioni per chiarire reati gravi e per la ricerca urgente di persone.

Investimenti necessari in cinque settori

Si prevede che il nuovo sistema di base del Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (Servizio SCPT) sarà operativo a metà 2015. Il relativo progetto procede secondo i piani e, in quanto progetto chiave, è stato verificato dal Controllo federale delle finanze. Le scadenze e i costi dovrebbero poter essere rispettati.

Gli investimenti supplementari chiesti dal Consiglio federale al Parlamento riguardano cinque diversi aspetti: innanzitutto, devono essere urgentemente sostituiti alcuni componenti obsoleti dei sistemi in uso presso il Servizio SCPT; i sistemi vanno poi adeguati agli sviluppi tecnici e, a causa della crescente offerta dei fornitori di servizi di telecomunicazione, ampliati affinché soddisfino le esigenze delle autorità di perseguimento penale. Inoltre, la LSCPT riveduta conferirà probabilmente al Servizio SCPT nuovi compiti, che richiederanno ulteriori investimenti. Infine, occorrerà adeguare i sistemi d’informazione di polizia della Confederazione in uso presso l’Ufficio federale di polizia (fedpol) ai nuovi sistemi del Servizio SCPT. Tutto ciò può essere attuato in cinque progetti realizzabili in modo indipendente l’uno dall’altro.

Dokumente

Ultima modifica 03.09.2014

Inizio pagina

Contatto

Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni
René Koch
3003 Berna
M +41 58 462 46 25

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2014/2014-09-032.html