Armonizzazione delle procedure dinanzi all'Istituto federale della proprietà intellettuale e nuova ordinanza sulle tasse

Berna. Il 2 dicembre 2016 il Consiglio federale ha approvato le modifiche dell'ordinanza sui marchi, dell'ordinanza sui design e dell'ordinanza sui brevetti. L'obiettivo è duplice: armonizzare le procedure dinanzi all'Istituto federale della proprietà intellettuale (IPI) nei limiti del quadro legale in vigore e semplificare il sistema. Il Consiglio federale ha al contempo approvato la revisione totale del regolamento dell'IPI sulle tasse che comprende gli emolumenti introdotti dalla modifica della legge sulla protezione dei marchi e applicabili dal 1° gennaio 2017.

L'IPI è l'autorità incaricata del rilascio e della gestione di marchi, design e brevetti. Le norme speciali regolano le condizioni e gli effetti della protezione nonché i principi cardine delle procedure per chiederla e ottenerla. Le disposizioni esecutive emanate dal Consiglio federale includono prescrizioni dettagliate in merito alle procedure di deposito e alla gestione dei registri da parte dell'IPI.

Semplificazione delle procedure

Poiché la modifica delle disposizioni esecutive segue sempre una revisione della rispettiva legge, le ordinanze sono state modificate a cadenza diversa, generando negli anni differenze che non sono attribuibili alla natura particolare del rispettivo diritto di protezione o alle esigenze del dichiarante, ma unicamente all'evoluzione cronologica in questione. I clienti dell’IPI, che spesso depositano nel contempo marchi, design e brevetti, faticano a capire queste differenze, per lo più di natura tecnica, che, in vista della nuova gestione elettronica dei processi, avrebbero conseguenze negative in termini di operatività e di costi.

Le modifiche decise dal Consiglio federale eliminano tali differenze nel quadro della legislazione esistente, permettono di semplificare ulteriormente le procedure e agevolano il rinnovo del sistema di gestione elettronica dei titoli di protezione dell’IPI. Sono così gettate le basi procedurali e tecniche per un ampliamento della comunicazione elettronica con l'IPI.

Nuova ordinanza dell'IPI sulle tasse

La legge sulla protezione dei marchi riveduta, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2017, introduce due novità che comportano la riscossione di tasse da parte dell'IPI: l'istituzione di un registro delle denominazioni geografiche per prodotti non agricoli gestito dall'IPI e una procedura di cancellazione semplificata che consente a chiunque di chiedere all'IPI di cancellare qualsiasi marchio che non è stato utilizzato per un periodo ininterrotto di cinque anni.

Il Consiglio d'Istituto dell'IPI ha fissato gli importi delle nuove tasse il 14 giugno 2016: la registrazione di un'indicazione geografica nel nuovo registro costerà 4000 franchi, mentre presentare un'opposizione contro una registrazione ne costerà 2000. La tassa per la nuova procedura di cancellazione è stata fissata a 800 franchi. A quasi vent'anni dalla sua adozione, il Consiglio d'Istituto ha inoltre riveduto il regolamento delle tasse dell'IPI, rinominato "ordinanza dell'IPI sulle tasse", anche sotto il profilo formale adeguandolo alle regole attuali della Confederazione.

Il Consiglio federale ha approvato le nuove tasse e il nuovo quadro formale in data odierna.

Ultima modifica 02.12.2016

Inizio pagina

Contatto

Istituto federale della Proprietà Intellettuale
Contact Center
Stauffacherstrasse 65/59g
CH-3003 Berna
F +41 31 377 77 78
M +41 31 377 77 77
(MM & Medienanfragen & allgem. Kontakt)
info@ipi.ch

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2016/2016-12-021.html