Visita di lavoro della consigliera federale Simonetta Sommaruga in Serbia

Comunicati, DFGP, 24.01.2018

In data odierna, la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha incontrato a Belgrado il vice primo ministro e ministro degli affari interni serbo Nebojša Stefanović per una visita di lavoro. Al centro dei colloqui la collaborazione dei due Paesi, legati da un partenariato in materia di migrazione e da un accordo sulla cooperazione di polizia. Il capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha inoltre visitato un centro d’accoglienza per richiedenti l’asilo e un’impresa sociale che impiega e offre una formazione a vittime della tratta di esseri umani.

<<
>>
Il ministro serbo degli affari interni Nebojša Stefanović (a destra) accoglie con una stretta di mano la consigliera federale Simonetta Sommaruga. Sullo sfondo le bandiere della Svizzera e della Serbia.
enlarge_picture

La consigliera federale Simonetta Sommaruga è accolta dal ministro serbo degli affari interni Nebojša Stefanović.

La consigliera federale Simonetta Sommaruga si fa mostrare una veste tradizionale confezionata nell’atelier di cucito del centro d’asilo di Krnjača presso Belgrado.
enlarge_picture

Atelier di cucito nel centro d’asilo di Krnjača presso Belgrado (Foto: Schweizer Illustrierte, B. van Dierendonck)

La consigliera federale Simonetta Sommaruga gioca con due bambine nella saletta giochi del centro d’asilo di Krnjača presso Belgrado.
enlarge_picture

Saletta giochi per bambini nel centro d’asilo di Krnjača presso Belgrado (Foto: Schweizer Illustrierte, B. van Dierendonck)

L’accordo sulla cooperazione di polizia tra la Svizzera e la Serbia, in vigore dal 2011, ha permesso di facilitare e accelerare lo scambio d’informazioni, in particolare per le indagini riguardanti casi di criminalità organizzata. Dal 2011, l’addetto di polizia svizzero dislocato a Belgrado ha trattato più di 300 casi. La consigliera federale Simonetta Sommaruga si è detta soddisfatta del buon funzionamento della cooperazione. La criminalità organizzata proveniente dai Paesi dei Balcani costituisce una sfida sia per la Svizzera, dove vengono commessi reati, sia per i Paesi di provenienza di bande criminali quali le «Pink Panthers».

I due ministri hanno parlato delle loro strategie contro il terrorismo. Il capo del DFGP ha illustrato le misure adottate in Svizzera negli ultimi anni per rafforzare la legislazione tesa a prevenire e combattere la radicalizzazione e il terrorismo.

Nuove prospettive per le vittime della tratta di esseri umani

La lotta alla tratta di esseri umani è stata al centro della visita della Consigliera federale a un’impresa sociale che permette a donne serbe vittime di sfruttamento di reinserirsi nella società. Con l’aiuto dell’organizzazione non governativa Atina, queste donne seguono una formazione nel settore della panetteria con la possibilità di essere in seguito impiegate.

Il sostegno della Svizzera alla Serbia s’iscrive nel quadro del suo impegno a favore della pace e della sicurezza, del rispetto dei diritti dell’uomo e dello sviluppo sostenibile. Dal 1991, la Svizzera ha investito in Serbia circa 400 milioni di franchi. I legami tra i due Paesi sono tanto più importanti in quanto 185 000 persone di origine serba vivono in Svizzera.

Il capo del DFGP proseguirà il suo viaggio verso la Bulgaria, dove giovedì 25 gennaio 2018 parteciperà a un incontro del Consiglio dei ministri della giustizia e degli affari interni (GAI) dell’Unione europea.

Nuove prospettive per le vittime della tratta di esseri umani

La lotta alla tratta di esseri umani è stata al centro della visita della Consigliera federale a un’impresa sociale che permette a donne serbe vittime di sfruttamento di reinserirsi nella società. Con l’aiuto dell’organizzazione non governativa Atina, queste donne seguono una formazione nel settore della panetteria con la possibilità di essere in seguito impiegate.

Il sostegno della Svizzera alla Serbia s’iscrive nel quadro del suo impegno a favore della pace e della sicurezza, del rispetto dei diritti dell’uomo e dello sviluppo sostenibile. Dal 1991, la Svizzera ha investito in Serbia circa 400 milioni di franchi. I legami tra i due Paesi sono tanto più importanti in quanto 185 000 persone di origine serba vivono in Svizzera.

Il capo del DFGP proseguirà il suo viaggio verso la Bulgaria, dove giovedì 25 gennaio 2018 parteciperà a un incontro del Consiglio dei ministri della giustizia e degli affari interni (GAI) dell’Unione europea.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 24.01.2018

Contatto

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto