Revisione della legge federale sugli stranieri: messaggio del Consiglio federale

Comunicati, Il Consiglio federale, 02.03.2018

Nella seduta del 2 marzo 2018 il Consiglio federale ha adottato il messaggio concernente la revisione della legge federale sugli stranieri (LStr). Le norme rivedute tengono conto dei più recenti sviluppi della giurisprudenza e della prassi nel settore migratorio. Il disegno, che sarà trasmesso alle Camere federali, disciplina in particolare il soggiorno e l’aiuto al ritorno per le persone interessate dall’abolizione dello statuto di artista di cabaret e migliora l’applicabilità del divieto per i rifugiati di recarsi nello Stato di origine o di provenienza.

In seguito all’abolizione dello statuto di artista di cabaret, in vigore dal 1° gennaio 2016, il Consiglio federale intende adottare una serie di misure accompagnatorie per garantire la tutela degli stranieri che esercitano la prostituzione e sono vittime di violenza. Questi avranno la possibilità di restare temporaneamente in Svizzera e, a determinate condizioni, di ottenere un aiuto al ritorno.

La giurisprudenza e l’ultima valutazione Schengen della Svizzera nel 2014 sollecitano inoltre diverse modifiche della LStr. Ad esempio, in futuro la detenzione amministrativa potrà essere scontata soltanto in strutture apposite e solamente in casi eccezionali, e a condizioni severe, si potranno collocare i detenuti amministrativi in istituti penitenziari ordinari.

Sistemi d’informazione e divieto di recarsi nello Stato di provenienza

Le modifiche della LStr garantiscono alle autorità comunali di polizia un accesso diretto al sistema centrale d’informazione visti Schengen (C-VIS) e al sistema nazionale visti (ORBIS), inoltre disciplinano l’accesso di fedpol e del Servizio delle attività informative della Confederazione ai dati del sistema API (Advance Passenger Information). Il disegno introduce infine una base legale per un nuovo sistema d’informazione nel settore del ritorno (eRetour).

Il disegno migliora l’applicabilità del divieto per i rifugiati riconosciuti di recarsi nello Stato di provenienza. In futuro gli interessati dovranno dimostrare di non aver avuto l’intenzione di porsi sotto la protezione di tale Stato. In caso contrario sarà revocato loro lo statuto di rifugiato.

Modifiche apportate in seguito alla procedura di consultazione

In seguito alla consultazione, sono state riprese nella revisione della LStr altre modifiche, tra cui l’abolizione del sistema d’informazione per il rilascio a stranieri di documenti di viaggio svizzeri e permessi di ritorno (ISR). I dati di questo sistema saranno trasferiti nel sistema d’informazione centrale sulla migrazione (SIMIC). Le autorità coinvolte si sono dichiarate d’accordo con la modifica.

Info complementari

Documentazione

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 02.03.2018

Contatto

Contatto / informazioni

Informazione e comunicazione SEM
T
+41 58 465 78 44
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina