Modifica dell’ordinanza sulle tasse riscosse in applicazione della LEF: avvio della consultazione

Parole chiave: Esecuzioni e fallimenti

Comunicati, Il Consiglio federale, 11.04.2018

Il Consiglio federale intende adeguare alla prassi diverse tasse riscosse nel settore delle esecuzioni. Nella riunione dell’11 aprile 2018 ha posto in consultazione una modifica dell’ordinanza sulle tasse riscosse in applicazione della legge federale sulla esecuzione e sul fallimento (LEF).

La modifica dell’ordinanza trae origine da una nuova disposizione di legge (articolo 8a capoverso 3 lettera d LEF), adottata dal Parlamento il 16 dicembre 2016, secondo cui il debitore escusso può chiedere all’ufficio d’esecuzione di non dare notizia a terzi circa procedimenti esecutivi se, per tre mesi, il creditore non ha preso provvedimenti per eliminare l’opposizione. Poiché ne risulta un onere amministrativo per l’ufficio d’esecuzione, per la domanda e il suo trattamento va prevista una tassa. Il Consiglio federale propone un importo di 20 franchi che il debitore deve pagare insieme alle spese per la trasmissione in occasione della presentazione della domanda.

La modifica dell’ordinanza sulle tasse riscosse in applicazione della LEF prevede alcune altre modifiche che si sono rivelate necessarie negli ultimi anni. Gli uffici d’esecuzione potranno ad esempio fatturare una tassa di 8 franchi per la trasmissione dell’invito, al debitore, di prendere in consegna personalmente l’atto d’esecuzione. Per contro è previsto che la registrazione del ritiro dell’esecuzione da parte del competente ufficio d’esecuzione sarà in futuro gratuita. Inoltre, s’intendono aumentare le spese processuali massime per la procedura sommaria in materia di esecuzione, al fine di permettere ai tribunali di tenere conto maggiormente dell’onere necessario. Poiché nella procedura di esecuzione lo scambio di dati in forma elettronica costituisce ormai la norma, l’avamprogetto prevede un emolumento di 5 franchi per le domande di esecuzione non presentate in forma elettronica.

Nell’ambito della consultazione, i Cantoni sono inoltre invitati a esprimersi in merito alla critica ripetutamente espressa secondo cui gli emolumenti nel settore delle esecuzioni sono troppo elevati e consentono ai Cantoni e ai Comuni di realizzare utili sproporzionati. Nel parere relativo alla mozione 17.4092 "Ridurre gli emolumenti in materia di esecuzione e fallimento" il Consiglio federale aveva promesso di chiarire tale questione.

La procedura di consultazione si concluderà il 13 luglio 2018.

Info complementari

Documentazione

Dossier

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 11.04.2018

Contatto

Contatto / informazioni

David Rüetschi Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 44 18
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina