Visita ufficiale del presidente iraniano Hassan Rohani il 2 e 3 luglio

Comunicati, DFGP, 18.06.2018

Su invito del Consiglio federale, il 2 e 3 luglio 2018 il presidente iraniano Hassan Rohani sarà in visita ufficiale in Svizzera. Nel corso degli ultimi anni la Svizzera e l’Iran hanno approfondito le loro relazioni e intendono coltivare anche in futuro questo sviluppo positivo.

Nel pomeriggio di lunedì 2 luglio il presidente iraniano Hassan Rohani sarà ricevuto a Zurigo con gli onori militari dal presidente della Confederazione Alain Berset. In seguito è previsto un primo incontro a Berna a cui parteciperanno anche il consigliere federale Ignazio Cassis e il ministro degli esteri iraniano Mohammad Jawad Zarif. I colloqui ufficiali si terranno martedì 3 luglio. Oltre al presidente della Confederazione Berset, per la Svizzera parteciperanno il vicepresidente del Consiglio federale Ueli Maurer, la consigliera federale Simonetta Sommaruga e il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann. Nel quadro della visita è prevista anche la firma di accordi e dichiarazioni di intenti.

La visita sarà incentrata sugli ultimi sviluppi relativi all'accordo sul nucleare con l'Iran (Joint Comprehensive Plan of Action JCPOA). Nonostante l'uscita degli Stati Uniti dall'accordo occorre trovare modalità che consentano di garantire i risultati ottenuti e perseverare nella non-proliferazione delle armi nucleari nella regione. Le delegazioni discuteranno inoltre della situazione nel Vicino e Medio Oriente, in particolare del mandato di potenza protettrice che la Svizzera esercita per gli Stati Uniti in Iran (dal 1980) e di quelli, assunti recentemente, per l'Iran in Arabia Saudita e per l'Arabia Saudita in Iran. Tra i temi all'ordine del giorno vi è anche la questione di come sviluppare ulteriormente le relazioni bilaterali alla luce della decisione degli Stati Uniti di reintrodurre le sanzioni americane contro l'Iran, sospese dal 2016.

L'Iran è un partner importante per la Svizzera a livello politico ed economico. Alla fine di febbraio 2016, in occasione della visita a Teheran dell'allora presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann, i due Paesi hanno adottato un piano d'azione per il consolidamento delle relazioni bilaterali, il quale ha consentito in seguito di avviare o rilanciare dialoghi periodici in settori quali l'economia, le finanze, i diritti dell'uomo, la giustizia, la sicurezza nucleare e la migrazione. La visita sarà quindi anche l'occasione per tracciare un primo bilancio del piano d'azione e per discutere i prossimi passi della sua attuazione.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 18.06.2018

Contatto

Contatto / informazioni

André Simonazzi Cancelleria federale
T
+41 58 462 37 03
Contatto

Logistica e organizzazione

Linda Shepard
Informazione DFAE 


T           +41 79 544 48 16
Contatto