Regole più severe per la riparazione nel diritto penale

Parole chiave: Diritto penale

Comunicati, Il Consiglio federale, 04.07.2018

Il Consiglio federale accoglie la proposta della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale (CAG N) di restringere il campo d’applicazione della riparazione nel diritto penale concedendo la possibilità della riparazione e quindi dell’impunità soltanto agli autori di reati di lieve entità. Nella seduta del 4 luglio 2018 ha approvato l’orientamento generale di una corrispondente iniziativa parlamentare. Il progetto passa ora al vaglio del Consiglio nazionale.

Il diritto penale vigente prevede, all’articolo 53 del Codice penale (CP), che l’autorità competente possa prescindere dal procedimento penale o dalla punizione se l’autore ha risarcito il danno. Questa possibilità sussiste se è prevista una pena detentiva massima di due anni con la condizionale e l’interesse del pubblico e del danneggiato all’attuazione del procedimento penale è di scarsa importanza. La riparazione può essere fornita sotto forma di un pagamento in denaro o di un’altra prestazione personale, ad esempio una prestazione di lavoro.

Riparazione soltanto in casi di lieve entità

La CAG-N intende restringere la possibilità di ricorrere alla riparazione, in particolare escludendola nei casi di media gravità. Secondo l’iniziativa parlamentare 10.519 "Modifica dell’articolo 53 CP", la riparazione deve essere possibile unicamente se è prevista una pena detentiva massima di un anno con la condizionale.

Il Consiglio federale approva il nuovo disciplinamento. La riduzione del limite massimo da due anni a un anno di pena detentiva corrisponde alla proposta originaria presentata nel quadro della revisione della parte generale del CP. Dimezzando il limite massimo la riparazione sarà applicabile unicamente ai casi di lieve entità.

La competente commissione intende inoltre sancire espressamente nella legge il fatto che la riparazione è possibile soltanto se l’autore riconosce di aver commesso l’atto ammettendo i fatti. Il Consiglio federale ritiene opportuna questa proposta dato che la riconciliazione con il danneggiato è possibile unicamente se l’autore assume la completa responsabilità per l’atto commesso.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 04.07.2018

Contatto

Contatto / informazioni

Gilbert Mauron Ufficio federale di giustizia
T
+41 58 462 78 02
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina