Il Consiglio federale dà il via per un Centro di competenza in materia di cibersicurezza

Parole chiave: Cibercriminalità

Comunicati, Il Consiglio federale, 31.01.2019

Un nuovo Centro di competenza che fungerà da primo punto di contatto nazionale per le questioni relative ai ciber-rischi deve essere istituito e diventare operativo al più presto. L’unità strategica sarà guidata da un delegato al ciberspazio, direttamente subordinato al capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF). Il bando per questo posto sarà pubblicato a breve. Nella sua seduta del 30 gennaio 2019 il Consiglio federale ha stabilito le competenze e i compiti in materia di ciber-rischi e istituito un comitato per la cibersicurezza in cui siedono i capi del DFF, del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

La Confederazione intende assumere un ruolo attivo per supportare la popolazione e il settore economico nella protezione dai ciber-rischi e migliorare la sicurezza dei propri sistemi. Essa ha adeguato la propria organizzazione in modo da raggiungere questi obiettivi, già stabiliti nella Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi (SNPC). Il Consiglio federale soddisferà così le richieste del Parlamento e del settore economico, che auspicano una struttura più chiara e una maggiore centralizzazione. Le decisioni costituiscono una tappa intermedia nell’ambito dell’attuazione della SNPC. Nella primavera del 2019 il Consiglio federale discuterà la pianificazione globale e le risorse necessarie all’attuazione.

Direttamente subordinato al capo del DFF

Inizialmente il Centro di competenza sarà composto da un’unità strategica e da un’unità operativa. Il Consiglio federale ritiene che in futuro gli aspetti legati alla sicurezza assumeranno viepiù importanza e sarà quindi necessario ampliare il Centro di conseguenza. La Segreteria per la cibersicurezza (unità strategica) farà parte della Segreteria generale del DFF e sarà guidata da un delegato del Consiglio federale, direttamente subordinato al capo del DFF. Sarà il volto della nuova struttura organizzativa dell’Amministrazione federale quale persona di riferimento per gli attori politici, gli operatori della comunicazione e la popolazione. Inoltre dirigerà gli organi interdipartimentali per il settore dei ciber-rischi e lavorerà a stretto contatto con i Cantoni e il settore economico. Il Consiglio federale ha autorizzato il DFF a pubblicare immediatamente il bando di concorso.

L’unità operativa si baserà sulle competenze esistenti, come la ben consolidata Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione MELANI del DFF (ODIC), che viene ampliata in modo da poter offrire servizi all’intero settore economico e trasmettere alla popolazione segnalazioni e informazioni in merito ai ciber-rischi.

Il Centro di competenza sarà il primo punto di contatto per le questioni relative ai ciber-rischi. Le conoscenze specialistiche in fatto di cibersicurezza permetteranno di supportare gli uffici dell’Amministrazione federale nell’ambito della prevenzione, della standardizzazione e della regolamentazione. Nella gestione di incidenti legati alla sicurezza assumerà la competenza di impartire istruzioni agli uffici federali.

Il Consiglio federale rafforza il suo ruolo dirigenziale

Nella creazione della nuova struttura il Consiglio federale ha tenuto conto del fatto che in ultima analisi la cibersicurezza rientra tra le responsabilità dei quadri dirigenziali. Per adempiere tali compiti ha costituito un comitato per la cibersicurezza di cui fanno parte i capi del DFF, del DDPS e del DFGP in rappresentanza dei settori della cibersicurezza nel settore civile (DFF), della ciberdifesa (DDPS) e del perseguimento penale dei ciber-reati a livello federale (DFGP). Tramite tale comitato, il Consiglio federale garantisce che le attività dell’Amministrazione federale in questi tre settori siano coordinate nel migliore dei modi e che le risorse a disposizione permettano di raggiungere risultati ottimali.

Coinvolgimento dei Cantoni, dell’economia e delle scuole universitarie

Le nuove strutture all’interno della Confederazione consentono inoltre di agevolare il coinvolgimento dei Cantoni, del settore economico e delle scuole universitarie nella protezione contro i ciber-rischi. A questo compito sono chiamati tutti gli attori poiché può essere adempiuto soltanto attraverso lo scambio reciproco e costante di informazioni e unendo le forze. Per questo motivo i Cantoni, il settore economico e le scuole universitarie faranno parte del Comitato direttivo SNPC. In tal modo potranno collaborare all’attuazione e all’ulteriore sviluppo di tale strategia. Anche il comitato per la cibersicurezza istituito dal Consiglio federale curerà e svilupperà lo scambio attivo con i Cantoni, al fine di tener conto in maniera tempestiva e adeguata delle esigenze nell’ambito delle loro competenze, in particolare nell’ambito del perseguimento penale. A tale scopo i Cantoni saranno invitati a partecipare già alla prima seduta del comitato per esprimersi in merito ai punti che li concernono. Verrà inoltre esaminato in che modo la collaborazione con i Cantoni, l’economia e le scuole universitarie potrà essere intensificata e ampliata ulteriormente.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 31.01.2019

Contatto

Contatto / informazioni

Roland Meier Segreteria generale DDPS
T
+41 58 462 60 86
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale delle finanze
T
+41 58 462 21 11
Contatto
Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto
Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
T
+41 58 465 18 39
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina