Karin Keller-Sutter incontra i ministri dell’interno germanofoni a Vaduz

Comunicati, DFGP, 21.02.2019

Giovedì 21 febbraio, la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha partecipato a un incontro di lavoro a Vaduz tra i ministri dell’interno di Germania, Liechtenstein, Austria e Svizzera. I ministri hanno discusso temi inerenti all’asilo e alla lotta al terrorismo. Il capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha messo in guardia dalle potenziali conseguenze della BREXIT per la sicurezza.

Il segretario di Stato Stephan Mayer, il ministro Herbert Kickl, la consigliera di Stato Dominique Hasler e la consigliera federale Karin Keller-Sutter al incontro di lavoro a Vaduz tra i ministri dell’interno
enlarge_picture Il segretario di Stato Stephan Mayer, il ministro Herbert Kickl, la consigliera di Stato Dominique Hasler e la consigliera federale Karin Keller-Sutter

Invitati dal Liechtenstein, i ministri dell’interno dei Paesi germanofoni hanno discusso le sfide inerenti alla realizzazione dei grandi progetti nel quadro della cooperazione Schengen. Si tratta in particolare dei nuovi sistemi EES (sistema di ingressi/uscite) ed ETIAS (sistema di informazione e autorizzazione ai viaggi), volti a incrementare la sicurezza nei controlli alle frontiere esterne dello spazio Schengen. La consigliera federale Karin Keller-Sutter ha sottolineato la necessità di concentrarsi sulla realizzazione di questi progetti ambiziosi prima di pensare a introdurre altre misure.

Il capo del DFGP ha inoltre messo in guardia dalle conseguenze dell’uscita del Regno Unito dallo spazio di ricerca Schengen in seguito alla BREXIT. La cancellazione delle segnalazioni britanniche lascia un vuoto all’interno del dispositivo di sicurezza europeo, in particolare nei casi di sorveglianza discreta legati al terrorismo.

Per quanto concerne i temi della migrazione, la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha deplorato i ritardi alle necessarie riforme del sistema Dublino. Ha sottolineato che, invece di soluzioni temporanee, sono necessarie soluzioni durature e sostenibili, e che per la Svizzera è prioritaria la protezione delle frontiere esterne.

 


(questo contenuto non è disponibile in italiano)

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 21.02.2019

Contatto

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto