Servizio SCPT: nuove componenti per la sorveglianza del traffico delle telecomunicazioni

Comunicati, DFGP, 21.03.2019

Il 18 marzo 2019, il Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (Servizio SCPT) ha messo in esercizio due nuove componenti del sistema di trattamento sviluppate in stretta collaborazione con le autorità di perseguimento penale federali e cantonali nonché con i fornitori di servizi di telecomunicazione.

Per lo sviluppo ed esercizio del sistema di trattamento per la sorveglianza del traffico delle telecomunicazioni il Servizio SCPT dispone di un credito di circa 71 milioni di franchi. Questi investimenti sono mirati all'adeguamento, nell’ambito del programma STT (cfr. riquadro), del sistema di trattamento del Servizio SCPT agli sviluppi tecnici degli ultimi anni e ai requisiti delle tecnologie future.

In tale contesto, sono state sviluppate le componenti Warrant Management Component (WMC) e Information Request Component (IRC). WMC serve al controllo ed alla gestione di tutte le misure di sorveglianza del traffico delle telecomunicazioni e in particolare consente alla polizia e ai pubblici ministeri di precaricarle e di ordinarle senza cambi di supporto e in forma digitale. IRC consente invece al Servizio SCPT di trasmettere ai fornitori le domande d’informazioni delle autorità, con le quali vengono richiesti, ad esempio, numeri di telefono e indirizzi IP. Si rende così possibile l’automatizzazione delle risposte e si migliora notevolmente il supporto digitale e la plausibilità delle domande.

WMC e IRC sostituiscono due vecchie componenti giunte al termine del loro ciclo di vita e mettono nuovamente a disposizione delle autorità inquirenti svizzere e del Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) strumenti attuali. 

Con il programma STT, il DFGP adegua ai requisiti attuali il sistema di trattamento per la sorveglianza del traffico delle telecomunicazioni (sistema di trattamento) del Servizio SCPT e i sistemi d’informazione di polizia dell’Ufficio federale di polizia (fedpol) e li prepara ad affrontare le prevedibili sfide future. Le autorità cantonali di perseguimento penale rappresentano una parte importante dell'utenza di questi sistemi e si impegnano pertanto in modo particolare nel programma STT.

Oltre allo sviluppo delle componenti WMC (Warrant Management Component), IRC (Information Request Component) e RDC (Retained Data Component), rese operative progressivamente nel corso del 2019, il programma STT fornisce anche una componente per la conservazione a lungo termine dei dati, grazie alla quale i dati STT secondo l'articolo 11 LSCPT restano disponibili sul lungo periodo per le procedure di ricorso. Elemento centrale del sistema di trattamento è l'attuale sistema informatico per l'esecuzione delle misure di sorveglianza in tempo reale. Nel corso degli anni, se possibile e necessario, anche questo sistema sarà sostituito da una componente completamente nuova.

Per quanto riguarda fedpol, parte del programma STT riguarda la messa a disposizione di speciali programmi informatici (GovWare). Inoltre, viene fornito un nuovo sistema d'indagine modulare che andrà a sostituire sistemi obsoleti e supporterà, tra l'altro, l'elaborazione dei dati sia incrociata sia per il singolo caso nonché la cooperazione in materia di polizia.

Il programma STT è gestito come progetto chiave TIC dell’Amministrazione federale ed è stato verificato l'ultima volta nell'estate 2018 dal Controllo federale delle finanze (CDF). Al momento ha raggiunto circa la metà della durata prevista e si sviluppa essenzialmente secondo la pianificazione attuale.

Info complementari

Link

Dossier

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 21.03.2019

Contatto

Nils Güggi Servizio Sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni
T
+41 58 463 36 21
Contatto