Revisione totale della legge sull’Istituto svizzero di diritto comparato: il nuovo testo entra in vigore all’inizio del 2020

Nella seduta del 9 ottobre 2019 il Consiglio federale ha deciso di porre in vigore al 1° gennaio 2020 la legge federale sull’Istituto svizzero di diritto comparato (LISDC), sottoposta a revisione totale. Il nuovo testo snellisce le strutture dell’Istituto svizzero di diritto comparato (ISDC), mantenendone invariati lo statuto giuridico e i compiti.

La revisione totale della legge sull’Istituto svizzero di diritto comparato s’inserisce nell’intento di attuare i principi guida del governo d’impresa. Lo scopo era in particolare di sfoltire e quindi rendere più efficiente il Consiglio d’istituto, rafforzandone la direzione strategica e riducendo il numero dei membri (dagli oltre 20 attuali a un massimo di 9). I compiti legali dell’Istituto saranno nettamente separati dalle sue prestazioni commerciali. La sfera di attività e lo statuto giuridico restano per contro invariati.

Termine referendario scaduto inutilizzato

La legge riveduta è stata approvata dall’Assemblea federale il 28 settembre 2018 senza voti contrari e il termine referendario è scaduto inutilizzato il 17 gennaio 2019. Sulla base del nuovo testo di legge è quindi stata elaborata l’ordinanza sugli emolumenti e le indennità dell’ISDC, che fissa gli emolumenti – rimasti in sostanza immutati – per le prestazioni legali fornite dall’Istituto, stabilendo anche gli onorari e le prestazioni accessorie dei membri del Consiglio d’istituto.

Il Consiglio federale ha approvato l’ordinanza nella seduta del 9 ottobre 2019 decidendo di porla in vigore insieme alla legge, il 1° gennaio 2020.

Documentazione

Ultima modifica 09.10.2019

Inizio pagina

Contatto

Istituto svizzero di diritto comparato
Christian Plaschy
Dorigny
CH-1015 Lausanne
F +41 21 692 49 49
M +41 21 692 49 11

Stampare contatto

https://www.nkvf.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2019/2019-10-090.html