La consigliera federale Keller Sutter a Roma per una canonizzazione in Vaticano e un incontro con la ministra dell’interno

Comunicati, DFGP, 13.10.2019

Domenica, la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha partecipato, in rappresentanza del Consiglio federale, alla cerimonia di canonizzazione di Marguerite Bays (1815-1879). In tale occasione è stata ricevuta da Papa Francesco e ha reso visita alla Guardia Svizzera Pontificia. Il giorno precedente alla canonizzazione, la Consigliera federale ha incontrato la nuova ministra dell’interno italiana Luciana Lamorgese, con cui ha discusso in particolare questioni inerenti alla migrazione.

La Consigliera federale Keller-Sutter incontra Papa Francesco
(Foto: DFGP)

Keller-Sutter si è detta compiaciuta della canonizzazione di una semplice sarta della Svizzera del XIX secolo. Marguerite Bays, appartenente a una famiglia contadina del Cantone di Friburgo, è solo la terza personalità svizzera che, dalla fondazione del moderno Stato federale nel 1848, è stata canonizzata. Prima di lei questo onore era stato concesso nel 2008 a Maria Bernarda Bütler e nel 1947 a Nicolao della Flüe.

Prima della cerimonia, la Consigliera federale ha incontrato brevemente il Papa, trasmettendogli i migliori auguri del Consiglio federale. Della delegazione svizzera hanno fatto parte, tra gli altri, il presidente del Consiglio di Stato friburghese Jean-Pierre Siggen e il consigliere di Stato Didier Castella.

Incontro con la ministra dell’interno italiana: cooperazione ancora più intensa

Sabato, la consigliere federale Keller‑Sutter, accompagnata da Mario Gattiker, direttore della Segreteria di Stato della migrazione, aveva incontrato per un colloquio di lavoro la nuova ministra dell’interno italiana Luciana Lamorgese. Il colloquio si è concentrato soprattutto sulla stretta cooperazione dei due Paesi nel settore della migrazione. Keller‑Sutter ha sottolineato l’importanza di questa buona cooperazione per la Svizzera.

Ha inoltre assicurato che la Svizzera continuerà a impegnarsi per alleviare la pressione sugli Stati che si trovano alle frontiere esterne. Secondo Keller-Sutter è fondamentale concentrarsi sulla riforma urgentemente necessaria del sistema Dublino, al fine di garantire una politica europea solidale in materia di migrazione. Le due ministre hanno anche parlato dell’accordo di Malta, che martedì a Lussemburgo non aveva trovato il consenso della maggioranza dei ministri dell’interno dell’UE.

La consigliera federale Keller-Sutter ha ribadito che la Svizzera è lieta di proseguire la buona cooperazione con l’Italia nel settore della migrazione ed è disposta ad approfondirla. Le due ministre hanno concordato di voler proseguire prossimamente i colloqui in tal senso.

Breve visita alla Guardia Svizzera

In occasione della sua permanenza a Roma, la consigliera federale Keller‑Sutter ha inoltre incontrato la Guardia Svizzera Pontificia. Si è detta impressionata dalla varietà di compiti che la Guardia svolge in Vaticano e durante i viaggi del Papa. Ha sottolineato che con il loro servizio i membri della Guardia contribuiscono a diffondere nel mondo l’immagine di una Svizzera affidabile e sicura.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 13.10.2019

Contatto

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto