Nuovo orientamento della gestione integrata delle frontiere

Nella sua seduta del 27 novembre 2019, il Consiglio federale ha preso atto della strategia per la gestione integrata delle frontiere fino al 2027, adottata dalla Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP) già a metà novembre 2019. La nuova strategia mira a garantire anche in futuro la sicurezza delle frontiere esterne dello spazio Schengen e fissa gli obiettivi per i prossimi anni sulla base delle tendenze e sfide attuali.

Tutte le autorità federali e cantonali incaricate della gestione delle frontiere coordinano le loro attività nel quadro del cosiddetto Integrated Border Management (IBM) al fine di gestire le frontiere esterne dello spazio Schengen in modo efficace, efficiente e ordinato. Grazie al miglioramento dei controlli, la frontiera esterna sarà più sicura, rimanendo al contempo aperta per chi viaggia legalmente. Come pianificato, il primo ciclo della strategia si è concluso dopo cinque anni nel 2017. Nel 2018 il Consiglio federale ha preso atto del pertinente rapporto finale e ha conferito l’incarico di elaborare l’ulteriore strategia per gli anni a venire.

Elementi essenziali della strategia

Il fulcro della strategia IBM 2027 è la lotta contro la migrazione illegale e la criminalità transfrontaliera. La nuova strategia mira parimenti a permettere ai viaggiatori legali di entrare e uscire dal territorio svizzero senza complicazioni.

La strategia si prefigge inoltre di trovare risposte alle sfide future, che si profilano per il periodo fino al 2027. Quali tendenze fondamentali per i prossimi anni identifica l’aumento della mobilità, l’incremento delle minacce, l’elevata frequenza delle riforme della legislazione Schengen, la crescente complessità e sovrapposizione dei compliti nel settore della gestione delle frontiere nonché il rapidissimo sviluppo tecnologico e le sue ripercussioni sulle procedure. La strategia tiene conto di queste tendenze, stimando le loro ripercussioni sulla gestione delle frontiere.

La strategia prevede 36 obiettivi principali, che a grandi linee possono essere ripartiti nelle seguenti aree tematiche:

  • obiettivi strategici con carattere programmatico;
  • potenziamento e formalizzazione della cooperazione;
  • modernizzazione, unificazione e consolidamento dell’infrastruttura tecnica di controllo alle frontiere e sul territorio nazionale;
  • garanzia di una gestione delle frontiere di qualità elevata e in linea con standard definiti;
  • impiego efficiente delle risorse esistenti.

Ultima modifica 27.11.2019

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
Lukas Rieder
Quellenweg 6
3003 Berna-Wabern
M +41 58 466 78 67
info@sem.admin.ch

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2019/2019-11-271.html