In futuro i richiedenti l’asilo minorenni non accompagnati saranno assistiti da specialisti in ambito socio-pedagogico

Parole chiave: Asilo

Comunicati, SEM, 11.06.2019

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) attua un pacchetto di misure per garantire ai richiedenti l’asilo minorenni non accompagnati (RMNA) condizioni di alloggio e di assistenza consone alle esigenze del minore e all’età. In futuro in tutti i centri federali d’asilo con funzione procedurale i RMNA saranno assistiti da personale specializzato in ambito socio-pedagogico. Vengono così concretizzate le raccomandazioni dell’Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW, Zürcher Hochschule für Angewandte Wissenschaften), che ha accompagnato e valutato un progetto pilota svolto in questo ambito dalla SEM.

I RMNA fanno parte delle persone vulnerabili nel quadro della procedura d’asilo e presentano pertanto esigenze specifiche in tema di alloggio e assistenza. Per tenere conto di queste esigenze, il 1° luglio 2017 la SEM ha avviato un progetto pilota nei centri federali d’asilo di Basilea e Zurigo per testare nuove norme standard più severe. Da allora tutti i RMNA che hanno chiesto protezione alla Svizzera sono stati assegnati a questi due centri federali d’asilo, dove in maniera sistematica sono stati alloggiati separatamente dagli adulti. Per assisterli sono stati assunti educatori socio-pedagogici chiamati ad affiancare il personale ordinario. Quale altro provvedimento, a ogni collaboratore ORS e AOZ incaricato di assistere i richiedenti l’asilo è stato assegnato un numero inferiore di RMNA rispetto al passato, consentendo così un’assistenza più intensa e mirata.

Valutazione a cura della ZHAW

La ZHAV ha accompagnato il progetto pilota sotto il profilo scientifico. Nel quadro della valutazione, gli specialisti dell’Università di scienze applicate sono giunti alla conclusione che le nuove norme standard sono valide. Al tempo stesso hanno individuato aspetti che è necessario migliorare ulteriormente, formulando pertinenti raccomandazioni. Anche la SEM ha valutato positivamente le misure adottate sinora e, dopo aver esaminato le raccomandazioni della ZHAV, ha deciso di applicarle ampiamente.

In prima battuta uno specialista esterno è incaricato di elaborare una strategia globale di tutela e un piano d’emergenza. In tutti i centri federali d’asilo vengono reclutati specialisti in ambito socio-pedagogico chiamati ad affiancare il personale assistenziale. D’ora in poi interpreti indipendenti presenzieranno a tutti i colloqui di assistenza rilevanti. La SEM adotta inoltre una serie di misure organizzative volte a migliorare le intersezioni e i processi lavorativi, in particolare per quanto riguarda la collaborazione con la rappresentanza giuridica, il fornitore di prestazioni assistenziali e l’autorità di protezione dei minori e degli adulti nonché in vista del trasferimento dei RMNA alla custodia dei Cantoni. In futuro le autorità cantonali otterranno un dossier per ogni RMNA con raccomandazioni per l’ulteriore assistenza formulate dall’educatore socio-pedagogico occupatosi del RMNA fino al trasferimento nel Cantone.

La nuova strategia per l’assistenza e l’alloggio dei RMNA sarà attuata nelle sei regioni procedurali a partire dal 1° gennaio 2020.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 11.06.2019

Contatto

Informazione e comunicazione SEM
T
+41 58 465 78 44
Contatto