Sì di Popolo e Cantoni all’iniziativa espulsione

Berna. Oggi Popolo e Cantoni hanno accolto l’iniziativa popolare «per l’espulsione degli stranieri che commettono reati». In futuro, gli stranieri che commettono uno dei reati indicati nell’iniziativa perderanno automaticamente il loro titolo di soggiorno e saranno rinviati nel loro Paese d’origine. La consigliera federale Simonetta Sommaruga avvierà senza indugio i lavori necessari all’attuazione dell’iniziativa.

Con il suo voto la maggioranza dei votanti ha ritenuto che la criminalità degli stranieri sia un problema grave. Il Consiglio federale rispetta la volontà del Popolo e si adopererà per concretizzare il mandato affidatogli.

Già alla vigilia della votazione il Consiglio federale ha osservato che l’accettazione dell’iniziativa solleva quesiti in merito alla sua applicazione. Spetta ora al Parlamento stilare un elenco dei reati che definisca con precisione le fattispecie passibili di espulsione. Inoltre i margini di manovra nella legislazione vanno sfruttati in modo tale da mitigare il conflitto con la Costituzione e i trattati internazionali o da permettere, se possibile, un’attuazione conforme alla Costituzione e al diritto internazionale.

Elaborare una soluzione conforme alla Costituzione e al diritto internazionale

Ancora prima di Natale la consigliera federale Simonetta Sommaruga istituirà un gruppo di lavoro composto da rappresentanti del comitato d’iniziativa e delle autorità federali e cantonali competenti. Il gruppo di lavoro sarà incaricato di esaminare le questioni irrisolte e di elaborare proposte di attuazione dell’iniziativa che il DFGP potrà sottoporre al Consiglio federale. Spetterà infine al Parlamento decidere come trasporre l’iniziativa nella legge. Il Consiglio federale confida nel fatto che gli autori dell’iniziativa si attengano alle promesse fatte alla vigilia della votazione e si mostrino disponibili a trovare una soluzione conforme alla Costituzione e al diritto internazionale.

Del resto la Confederazione e i Cantoni intraprenderanno ulteriori sforzi per integrare maggiormente gli stranieri in Svizzera, come annunciato dal Consiglio federale già in primavera. Le pertinenti basi legali sono già previste dalla legge sugli stranieri (LStr). Appreso l’esito della votazione, la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha dichiarato ai media che «il contributo degli stranieri alla vita economica, sociale e culturale in Svizzera è fondamentale: vorrei che non ce ne dimenticassimo - anche e soprattutto a fronte del dibattito molto acceso degli ultimi mesi.»

Documenti

Multimedia

Ultima modifica 28.11.2010

Inizio pagina

Contatto

Cancelleria federale
André Simonazzi
M +41 58 462 37 03
Mobile2 +41 79 597 64 49
Vicecancelliere

Stampare contatto

https://www.ejpd.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2010/2010-11-28.html