La presidente della Confederazione Sommaruga in visita ufficiale in Lussemburgo

Berna. Oggi la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si è recata per una visita ufficiale nel Granducato del Lussemburgo, che nel secondo semestre del 2015 assumerà la presidenza del Consiglio dell’Unione europea. La politica europea è stato peraltro il tema principale dei colloqui con il primo ministro Xavier Bettel e altri membri della compagine governativa nonché con il Granduca Henri.
La presidente della Confederazione Sommaruga Simonetta Sommaruga e il primo ministro Xavier Bettel
La presidente della Confederazione Sommaruga Simonetta Sommaruga e il primo ministro Xavier Bettel (© SIP / Zineb Ruppert)

Nella mattinata il primo ministro Bettel ha ricevuto la presidente della Confederazione Sommaruga all’Hôtel de Bourgogne, sede del ministero di Stato. L’incontro ha evidenziato le ottime relazioni esistenti tra la Svizzera e il Lussemburgo. Ambedue caratterizzati da un’economia forte e dalla multiculturalità, Svizzera e Lussemburgo hanno molto in comune.

Nel corso dell’incontro, la presidente della Confederazione ha illustrato al primo ministro la strategia di attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione, adottata dal Consiglio federale l’11 febbraio scorso.

Al termine dell’incontro Xavier Bettel ha dichiarato che il voto svizzero del 9 febbraio 2014 rappresenta un’incognita per il futuro delle relazioni tra Svizzera e UE. Ritiene però positivo il fatto che all’inizio di febbraio la presidente della Confederazione Sommaruga e il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker abbiano concordato lo svolgimento di consultazioni approfondite. La presidente della Confederazione Sommaruga ha dal canto suo sottolineato quanto sia importante che, parallelamente a tali consultazioni, si tengano colloqui con i singoli Stati membri dell’UE, così da sensibilizzarli riguardo alla situazione particolare della Svizzera.

Altri temi trattati

Il primo ministro Bettel ha inoltre esposto le priorità del suo Paese durante il semestre di presidenza del Consiglio dell’UE. Stato fondatore dell’Unione europea, quest’estate il Lussemburgo assumerà per la dodicesima volta la presidenza del Consiglio. Jean-Claude Junker è inoltre il terzo esponente del Granducato a presiedere la Commissione europea. Nel corso dei colloqui tenutisi all’Hôtel de Bourgogne sono stati affrontati anche altri temi, in particolare la politica migratoria europea, i focolai di crisi internazionali e la politica finanziaria e fiscale.

La presidente della Confederazione Sommaruga e il primo ministro Bettel si sono inoltre soffermati su alcuni aspetti della democrazia diretta, in particolare sul coinvolgimento dei cittadini nel sistema politico. Per la prima volta da molto tempo, il 7 giugno prossimo la popolazione del Granducato sarà chiamata a esprimersi su tre oggetti, tra cui l’introduzione del diritto di voto per i residenti stranieri.

Al pranzo con la presidente della Confederazione hanno poi preso parte anche altri membri della compagine governativa, vale a dire Etienne Schneider, vicepremier e ministro dell’economia, della sicurezza interna e della difesa, Jean Asselborn, ministro degli esteri, Pierre Gramegna, ministro delle finanze, e Félix Braz, ministro della giustizia.

A colloquio con il Granduca

Nel pomeriggio la presidente della Confederazione Sommaruga è stata infine ricevuta dal Granduca Henri nella sua residenza, il Palazzo Granducale. Con il Granduca, che ha studiato politologia a Ginevra e conosce molto bene la Svizzera, sono state dibattute le relazioni bilaterali, l’attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione e la politica dell’Unione europea.

Ultima modifica 26.02.2015

Inizio pagina

Contatto

Servizio di comunicazione del DFGP
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
T +41 58 462 18 18
F +41 58 462 40 82
info@gs-ejpd.admin.ch

Stampare contatto

https://www.personenfreizuegigkeit.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2015/2015-02-26.html