La Presidente della Confederazione Sommaruga a Expo Milano e incontro a Roma con il Presidente del Consiglio Renzi

Berna. La Presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga è stata ricevuta lunedì a Roma dal Presidente del Consiglio dei Ministri italiano Matteo Renzi per un incontro di lavoro. Argomenti di discussione sono stati la politica europea e migratoria e le relazioni economiche bilaterali. In mattinata Sommaruga è stata a Milano dove, in qualità di prima rappresentante del Consiglio federale, ha visitato l’esposizione universale Expo Milano 2015 e ha partecipato alla giornata nazionale ufficiale dedicata alla Svizzera.

Nelle questioni migratorie l’Italia è un interlocutore privilegiato della Svizzera, essendo il Paese particolarmente interessato dall’afflusso di rifugiati verso l’Europa. La Presidente della Confederazione Sommaruga e il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi hanno ribadito che le priorità immediate della politica migratoria devono essere salvare le vite dei migranti e offrire sostegno diretto alle aree di crisi.

"Tutti i Paesi dell’Unione sono chiamati a intervenire per evitare che si ripetano simili tragedie nel Mediterraneo. Ciò di cui abbiamo bisogno in Europa è una politica solidale dei rifugiati" ha sottolineato la Presidente della Confederazione. La Svizzera accoglie con estremo favore la discussione dell’Unione europea (UE), tuttora in corso, riguardo a una chiave di ripartizione intraeuropea e valuterà in modo obiettivo la possibilità di partecipare ai futuri provvedimenti.

Chiarezza sulle questioni di politica europea

In merito al punto dell’ordine del giorno "Politica europea" Sommaruga ha riaffermato l’importanza delle relazioni tra la Svizzera e l’UE, ma più in particolare con i Paesi limitrofi. L’oltre mezzo milione di cittadini italiani rappresenta il più consistente gruppo di stranieri residenti in Svizzera. Inoltre, ogni giorno quasi 70 000 frontalieri attraversano il confine tra l’Italia e la Svizzera.

Per questo motivo è nell’interesse di entrambi i Paesi intrattenere buone relazioni. Per quanto riguarda le discussioni con l’UE sulle questioni migratorie e sull’attuazione del nuovo articolo costituzionale del 9.2.2014, la Presidente della Confederazione Sommaruga ha informato il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi sulla procedura di consultazione in corso in materia di libera circolazione delle persone con l’UE: "Questo dialogo è inevitabile se vogliamo trovare una soluzione che tenga conto degli interessi di entrambe le parti" ha dichiarato Sommaruga.

La Presidente ha rilevato con piacere che il Presidente del Consiglio Renzi sostiene espressamente le consultazioni in corso e gli ha assicurato di tenerlo al corrente riguardo alle prossime fasi.

Oltre alla politica europea e migratoria, la Presidente della Confederazione Sommaruga e il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi hanno fatto il punto sulla situazione internazionale in materia di sicurezza, nella fattispecie in Libia.

Entrambi hanno inoltre espresso il loro apprezzamento sulla qualità delle relazioni italo-svizzere e hanno discusso di questioni di politica economica, finanziaria e dei trasporti. Al momento l’Italia è il terzo partner commerciale della Svizzera. La Presidente della Confederazione e il Presidente del Consiglio dei Ministri italiano sono convinti che sussista un grande potenziale per una collaborazione ancora più stretta in settori strategici dell’economia, come quello energetico, infrastrutturale e dei trasporti.

Expo Milano 2015: giornata nazionale dedicata alla Svizzera

La Presidente della Confederazione Sommaruga si è poi congratulata con l’Italia per l’organizzazione di Expo Milano 2015: "Al momento tutto il mondo guarda a Milano, dove si tiene l’esposizione universale, un evento di grande importanza anche per i rapporti bilaterali e transfrontalieri fra le nostre nazioni". Sommaruga ha notato che con il tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" gli organizzatori di Expo hanno scelto di porre quesiti importanti e di avviare un dibattito critico su questioni di grande rilievo, quali l’alimentazione, la sostenibilità e soprattutto la sicurezza alimentare. Anche il padiglione della Svizzera invita i visitatori a riflettere sulle proprie abitudini di consumo, tra senso di responsabilità e solidarietà comune. Durante la mattinata, in occasione della giornata nazionale ufficiale dedicata alla Svizzera, la Presidente della Confederazione si è recata in visita al padiglione svizzero "Confooderatio Helvetica", accompagnata dai Presidenti delle Camere federali e da rappresentanti di Cantoni e Città.

Anche i preparativi dell’esposizione universale hanno illustrato in chiari termini gli stretti rapporti tra Svizzera e Italia. La Svizzera, infatti, è stata il primo Paese ad aver confermato nel 2011 la propria partecipazione a Expo. La Svizzera ha inoltre presentato in via ufficiale per prima il progetto del suo padiglione. La Presidente della Confederazione ha visitato anche il padiglione italiano, che si trova accanto a quello svizzero e che rispecchia così, anche a Expo 2015, la vicinanza tra i due Paesi.

Ultima modifica 18.05.2015

Inizio pagina

Contatto

Servizio di comunicazione del DFGP
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
T +41 58 462 18 18
F +41 58 462 40 82
info@gs-ejpd.admin.ch

Stampare contatto

https://www.personenfreizuegigkeit.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2015/2015-05-180.html