La presidente della Confederazione Sommaruga incontra re Felipe VI e i vertici del Governo a Madrid

Berna. Lunedì la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si è recata in Spagna per una visita di due giorni. È stata accolta da re Felipe VI e ha avuto colloqui con il primo ministro Mariano Rajoy e con la vicepresidente del Governo Soraya Sáenz de Santamaría. I temi all’ordine del giorno sono stati le relazioni bilaterali tra la Svizzera e la Spagna, la politica europea e la politica in materia di migrazione.
Il benvenuto da parte del re di Spagna Felipe VI (Foto: Casa de S.M. el Rey)
Il benvenuto da parte del re di Spagna Felipe VI (Foto: Casa de S.M. el Rey)

Nel corso dell’incontro con il capo del Governo Rajoy, la presidente della Confederazione Sommaruga ha illustrato le attuali sfide della politica europea della Svizzera e lo stato delle consultazioni in corso con Bruxelles in seguito alla votazione del 9 febbraio 2014. L’obiettivo del Consiglio federale è di gestire in modo autonomo l’immigrazione – tutelando gli interessi globali dell’economia e al contempo, consolidando la via bilaterale come base dei rapporti con l’UE. Mariano Rajoy ha dichiarato che la Spagna sostiene questo dialogo.

Al centro delle discussioni vi sono state inoltre la situazione nel Mar Mediterraneo e la politica in materia di migrazione. La presidente della Confederazione Sommaruga e il primo ministro Rajoy hanno sottolineato il fatto che gli attuali problemi legati alla migrazione non possono essere affrontati e risolti solo a livello nazionale, bensì che l’Europa deve reagire con urgenza e attuare una politica coordinata e solidale.

A Madrid Simonetta Sommaruga ha incontrato anche la vicepresidente e portavoce del Governo Soraya Sáenz de Santamaría, con cui ha discusso, oltre ai temi di cui sopra, della collaborazione tra la Svizzera e la Spagna nel quadro degli accordi di Schengen/Dublino, come pure degli attuali sviluppi della politica interna dei due Paesi. Le misure di lotta al terrorismo e il ritorno in Europa delle persone che hanno combattuto all’estero (i cosiddetti combattenti stranieri) sono stati oggetto di un reciproco scambio di informazioni.

Lunga tradizione delle relazioni bilaterali

Il mattino la presidente della Confederazione Sommaruga è stata ricevuta da re Felipe VI nella sua residenza, il Palazzo de la Zarzuela nel monte di El Pardo vicino a Madrid. Gli argomenti trattati sono stati tra l’altro la lunga tradizione delle relazioni tra la Svizzera e la Spagna – già nel Medioevo la Spagna manteneva infatti una legazione in Svizzera – e le attuali sfide economiche in Europa. Alla fine del 2013 circa 75 000 cittadini spagnoli erano residenti in Svizzera e oltre 24 000 svizzeri risiedevano in Spagna.

Durante il suo secondo giorno in Spagna la Presidente della Confederazione visiterà, insieme al ministro dell’Interno Jorge Fernández, il centro di coordinamento spagnolo per la sorveglianza delle coste e delle frontiere marittime. Successivamente la presidente della Confederazione si recherà a Varsavia, dove mercoledì incontrerà il presidente polacco Bronisław Komorowski e il primo ministro Ewa Kopacz. Giovedì la presidente della Confederazione parteciperà alla riunione informale del Consiglio "Giustizia e affari interni" (Consiglio GAI) nel Lussemburgo.

Link

Ultima modifica 06.07.2015

Inizio pagina

Contatto

Servizio di comunicazione del DFGP
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
T +41 58 462 18 18
F +41 58 462 40 82
info@gs-ejpd.admin.ch

Stampare contatto

https://www.eschk.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2015/2015-07-06.html