La presidente della Confederazione Sommaruga in Polonia per una visita di lavoro

Berna. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha incontrato oggi a Varsavia il presidente della Repubblica Bronisław Komorowski e il primo ministro Ewa Kopacz, con i quali ha tenuto colloqui separati imperniati sulle relazioni bilaterali tra Svizzera e Polonia, sulla politica europea dei due Paesi e sulla sicurezza del continente europeo.
Il presidente polacco Bronislaw Komorowski dà il benvenuto alla presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga (Foto: Keystone)
Il presidente polacco Bronislaw Komorowski dà il benvenuto alla presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga (Foto: Keystone)

Entrambe le parti hanno elogiato le ottime e dinamiche relazioni tra i due Paesi, consolidate negli ultimi anni da vari contatti ad alto livello. Nel corso dei colloqui la presidente della Confederazione Sommaruga ha inoltre illustrato le sfide attuali dei rapporti tra Svizzera e UE, riferendo in merito alle consultazioni in corso con l’UE riguardo all’attuazione dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa. Il presidente Komorowski e il primo ministro Kopacz hanno espresso apprensione per le conseguenze della votazione del 9 febbraio e hanno sottolineato come le premesse siano ardue e impegnative, in particolare poiché il principio della libera circolazione è di cruciale importanza per la coesione europea.

Il primo ministro Kopacz ha inoltre rimarcato che la Polonia è cosciente dell’importanza economica che la Svizzera riveste per l’UE. Proprio per questo, ha affermato, è importante porre fine all’attuale fase di incertezza regolando in modo chiaro i rapporti tra la Confederazione e l’UE. La Polonia sostiene pertanto il dialogo tra la Commissione e il nostro Paese.

Durante i colloqui sono stati affrontati anche temi d’attualità come la crisi greca, l’agenda europea in materia di migrazione e la situazione internazionale in materia di sicurezza, con particolare riferimento alla crisi ucraina. A tale riguardo, il primo ministro Kopacz ha auspicato che la crisi greca non distolga l’attenzione dell’Europa dalla situazione ucraina, tuttora drammatica.

La presidente della Confederazione ha infine reso noto l’interesse della Svizzera a collaborare strettamente con il Gruppo di Visegrád (comprendente Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca), che sarà presieduto dalla Polonia da metà del 2016 a metà del 2017.

Link

Ultima modifica 08.07.2015

Inizio pagina

Contatto

Servizio di comunicazione del DFGP
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
T +41 58 462 18 18
F +41 58 462 40 82
info@gs-ejpd.admin.ch

Stampare contatto

https://www.fedpol.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2015/2015-07-08.html