Il Consiglio federale avvia le consultazioni per uno spazio Schengen efficace e più funzionante

Berna, 11.08.2021 - Nella sua seduta dell'11 agosto 2021, il Consiglio federale ha avviato la consultazione su tre progetti riguardanti Schengen (BMVI, VIS, ETIAS). Tali progetti mirano a rafforzare la sicurezza all'interno dello spazio Schengen e ad ottimizzare la gestione delle frontiere.

Lo sviluppo dell'acquis di Schengen riguarda innanzitutto il recepimento del regolamento europeo che istituisce lo Strumento di sostegno finanziario per la gestione delle frontiere e la politica dei visti (Border Management and Visa Instrument, Fondo BMVI). Il Fondo BMVI subentra al Fondo per la sicurezza interna nell'ambito delle frontiere esterne e dei visti (ISF-Frontiere) per il periodo 2021-2027.

Come per il precedente ISF-Frontiere, anche il Fondo BMVI è uno strumento di solidarietà teso a sostenere gli Stati Schengen che, a causa delle estese frontiere terrestri e/o marittime o della presenza di importanti aeroporti internazionali, devono farsi carico di costi elevati per la protezione delle frontiere esterne di Schengen. Il Fondo BMVI intende inoltre contribuire allo sviluppo di una politica dei visti comune e all'attuazione della gestione integrata delle frontiere europee da parte degli Stati Schengen, allo scopo di contrastare la migrazione irregolare e agevolare i viaggi legali. Come gli altri Stati Schengen, anche la Svizzera riceverà aiuti finanziari dal Fondo per mettere in atto provvedimenti nazionali. 

Inoltre, tramite due ulteriori sviluppi di Schengen, si intendono creare le premesse per un aggiornamento del sistema d'informazione visti (VIS). Introdotto nel 2011, il VIS è la soluzione tecnologica che agevola la procedura relativa ai visti per soggiorni di breve durata. Questa riforma mira a una migliore gestione delle nuove sfide nella politica dei visti, delle frontiere e della sicurezza, soprattutto perché permette di registrare nel sistema anche chi è già titolare di un visto per un soggiorno di lunga durata e di un titolo di soggiorno o ne ha fatto domanda. Le procedure di consultazione per entrambi i progetti dureranno fino al 18 novembre 2021.

Infine, si intende rendere interoperabile il sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi ETIAS con gli altri sistemi UE (il sistema di ingressi e uscite EES, il sistema d'informazione di Schengen SIS e il sistema d'informazione visti VIS). A questo scopo è necessario un adeguamento del diritto svizzero per quanto concerne i diritti d'accesso dell'unità nazionale ETIAS ai sistemi d'informazione europei e svizzeri. Inoltre, si intendono creare anche nuove disposizioni in merito alla procedura di ricorso ETIAS. La consultazione per questo progetto durerà fino al 18 ottobre 2021.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione e comunicazione SEM, T +41 58 465 78 44, medien@sem.admin.ch
Comunicazione DFAE, T +41 58 460 55 55, kommunikation@eda.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria di Stato della migrazione
https://www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Ultima modifica 17.12.2021

Inizio pagina

Abbonarsi ai comunicati

https://www.openegov.admin.ch/content/sem/it/home/sem/medien/mm.msg-id-84647.html