<<
>>
Immagine illustrativa: Violenza domestica
Migliorare la protezione dalla violenza domestica e dallo stalking

Il Consiglio federale intende proteggere meglio le vittime di violenza domestica e stalking. A tal fine, l'11 ottobre 2017, ha approvato un messaggio che prevede modifiche del diritto penale e civile. In particolare, il progetto consente di ordinare la sorveglianza elettronica per far rispettare il divieto di avvicinamento o di mettersi in contatto e sgrava le vittime che non devono più assumersi l'intera responsabilità della sospensione e dell’abbandono del procedimento penale. In due rapporti adottati nel medesimo giorno, il Consiglio federale sostiene inoltre gli sforzi profusi dai Cantoni nel contrastare la violenza domestica e lo stalking mediante un sistema di gestione della minaccia.

La consigliera federale Sommaruga in visita al centro di accoglienza e di transito OIM di Agadez. Sullo sfondo: migranti e baracche.
Viaggio di lavoro in Tunisia e Niger

Dal 2 al 5 ottobre la consigliera federale Simonetta Sommaruga si è recata in Tunisia e in Niger per una visita di lavoro. Entrambi i Paesi sono situati sulla rotta migratoria che dal Mediterraneo centrale conduce a Nord. In Tunisia, Sommaruga e i suoi interlocutori hanno tratto un bilancio positivo dei cinque anni di esistenza del partenariato migratorio. In Niger la Consigliera federale ha visitato un centro di transito in cui migliaia di migranti arenati ricevono protezione e aiuto al ritorno. Ha inoltre firmato un accordo volto a garantire una maggiore sicurezza alimentare a circa 330 000 persone. Nel corso della visita sono inoltre state discusse le interconnessioni tra estrazione di materie prime, povertà e fuga.

Direttiva europea sulle armi: il Consiglio federale sottopone a consultazione una soluzione pragmatica

Nel quadro della trasposizione della direttiva europea sulle armi, il Consiglio federale sottopone a consultazione una soluzione pragmatica che utilizza il margine di manovra esistente e tiene conto della tradizione svizzera in materia di tiro. Nessun cambiamento è previsto per le armi di ordinanza. Anche i tiratori sportivi e i collezionisti potranno continuare a possedere le armi semiautomatiche contemplate dalla direttiva europea.

Scienziata con ampolla e pipetta (immagine: Thinstock/Ingram Publishing)
Aumento dei contingenti 2018 per i lavoratori provenienti da Paesi terzi e per i fornitori di servizi dagli Stati membri dell’UE/AELS

Anche nel 2018 l’economia svizzera deve essere in grado di assumere la necessaria manodopera specializzata. Per questo motivo nella sua seduta del 29 settembre 2017 il Consiglio federale ha preso una decisione di principio riguardo alla definizione dei tetti massimi per i lavoratori qualificati provenienti da Paesi al di fuori dell’UE/AELS. I tetti massimi 2018 di determinate categorie saranno aumentati. In questo modo il Consiglio federale dà seguito al costante bisogno di specialisti provenienti da Stati terzi e alle esigenze dell’economia.

Iniziativa popolare «Per imprese responsabili»: pur riconoscendo le richieste dell’iniziativa, il Consiglio federale opta per un'altra via
Iniziativa popolare "Per imprese responsabili": pur riconoscendo le richieste dell'iniziativa, il Consiglio federale opta per un'altra via

Per il Consiglio federale è chiaro che le imprese svizzere devono assumersi le loro responsabilità per i diritti umani e la tutela dell'ambiente anche all'estero. Riconosce quindi le richieste fondamentali dell'iniziativa popolare "Per imprese responsabili – a tutela dell'essere umano e dell'ambiente", ma ritiene che essa punti troppo in alto. Propone quindi al Parlamento di sottoporre l'iniziativa al Popolo senza controprogetto e con la raccomandazione di respingerla. Nella sua seduta del 15 settembre 2017 ha adottato il corrispondente messaggio.

La consiligiera federale Sommaruga all’incontro dei ministri di giustizia e degli affari interni dell’UE a Bruxelles
La consigliera federale Sommaruga al Consiglio GAI: rafforzare subito la protezione dei migranti in Libia e nei Paesi limitrofi

Giovedì 14 settembre la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato a Bruxelles all'incontro del Consiglio dei ministri della giustizia e degli affari interni (Consiglio GAI) dell'UE. Ha sottolineato l'importanza dello scambio di informazioni nella lotta al terrorismo. Inoltre, la Consigliera federale ha espresso la necessità di rafforzare la protezione dei migranti che si trovano in Libia e nei Paesi limitrofi. A novembre, la Svizzera ospiterà il terzo incontro del gruppo di contatto sul Mediterraneo centrale.

Temi attuali
Attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione
SEM - Dossier , 06.09.2017

Attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione

Il 9 febbraio 2014 il Popolo e i Cantoni, accogliendo l'iniziativa popolare "Contro l'immigrazione di massa", si sono detti a favore di una regolazione dell'immigrazione e del pertinente articolo costituzionale. Nel frattempo, il Parlamento ha approvato una legge attuativa di tale articolo compatibile con l'ALC e che pertanto non pregiudica gli Accordi bilaterali con l'UE. La consultazione riguardo alle ordinanze attuative di tale legge è durata dal 28 giugno al 6 settembre 2017. Attualmente si stanno valutando i pareri pervenuti, in seguito il Consiglio federale deciderà, presumibilmente a inizio 2018, sull'entrata in vigore. Il 26 aprile 2017, il Consiglio federale aveva inoltre adottato il messaggio concernente l'iniziativa RASA, che chiede di abrogare dalla Costituzione l'articolo sull'immigrazione. Il Consiglio federale si è pronunciato contro l'iniziativa senza tuttavia presentare un controprogetto diretto. Il Parlamento, concretamente il Consiglio nazionale quale Camera prioritaria, discuterà l'iniziativa nella sessione autunnale 2017. 

Iniziativa per l'autodeterminazione
UFG - Dossier , 05.07.2017

Iniziativa popolare «Il diritto svizzero anziché giudici stranieri (Iniziativa per l'autodeterminazione)»

L'iniziativa per l'autodeterminazione è stata depositata il 12 agosto 2016. Essa chiede che la Svizzera rinegozi e, se necessario, denunci i trattati internazionali che contraddicono alla Costituzione. Inoltre, obbliga le autorità a non curarsi dei vigenti obblighi internazionali, il che contraddice la nostra cultura giuridica. L'iniziativa compromette quindi la stabilità e l'affidabilità della Svizzera e pregiudica la certezza e la prevedibilità del diritto, ossia due requisiti fondamentali per la nostra piazza imprenditoriale. Nel messaggio, il Consiglio federale propone al Parlamento di raccomandare al Popolo e ai Cantoni di rifiutare l'iniziativa senza opporle un controprogetto, diretto o indiretto.

La consigliera federale
La consigliera federale Simonetta Sommaruga
(Foto: Martina Rieder)

Simonetta Sommaruga

Il 22 settembre 2010 l’Assemblea federale plenaria ha eletto Simonetta Sommaruga in Consiglio federale. Dal 1° novembre 2010 è a capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Nel 2015 è stata presidente della Confederazione.

Domande e risposte
Formazione professionale nel DFGP