<<
>>
Foto di gruppo sulle scale di Palazzo federale: le tre consigliere federali in carica Karin Keller-Sutter, Simonetta Sommaruga e Viola Amherd con le 30 giovani donne invitate a Berna in occasione della Giornata internazionale delle donne. Sullo sfondo s’intravvedono le statue dei tre confederati.
Giornata internazionale della donna 2019: le consigliere federali ricevono giovani donne impegnate

30 giovani donne svizzere si sono recate oggi a Berna in occasione della giornata internazionale della donna, su invito delle tre consigliere federali in carica. Nel Palazzo federale hanno incontrato la vicepresidente Simonetta Sommaruga (DATEC), la consigliera federale Viola Amherd (DDPS) e la consigliera federale Karin Keller-Sutter (DFGP) per uno scambio di idee proficuo.

Carta della Svizzera con i centri federali d’asilo nelle sei regioni
Dal 1° marzo: nuove procedure d’asilo velocizzate

Le nuove procedure d’asilo celeri entreranno in vigore in tutta la Svizzera il 1° marzo 2019: la maggior parte delle procedure sarà conclusa in un centro federale d’asilo entro un termine di 140 giorni. Per aumentare l’efficacia, i richiedenti l’asilo e le persone od organizzazioni responsabili della procedura saranno riuniti sotto un medesimo tetto in un centro della Confederazione. Questo riassetto del settore dell’asilo, approvato da due terzi dei votanti nel 2016, si fonda su una stretta collaborazione tra la Confederazione, i Cantoni, le città e i Comuni.

Il segretario di Stato Stephan Mayer, il ministro Herbert Kickl, la consigliera di Stato Dominique Hasler e la consigliera federale Karin Keller-Sutter al incontro di lavoro a Vaduz tra i ministri dell’interno
Karin Keller-Sutter incontra i ministri dell’interno germanofoni a Vaduz

Giovedì 21 febbraio, la consigliera federale Karin Keller-Sutter ha partecipato a un incontro di lavoro a Vaduz tra i ministri dell’interno di Germania, Liechtenstein, Austria e Svizzera. I ministri hanno discusso temi inerenti all’asilo e alla lotta al terrorismo. Il capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha messo in guardia dalle potenziali conseguenze della BREXIT per la sicurezza.

La consigliera federale Karin Keller-Sutter risponde ai giornalisti dopo la conferenza stampa sulla revisione parziale della legge sulle armi
Revisione parziale della legge sulle armi: Consiglio federale e Parlamento raccomandano un sì

Durante la conferenza stampa sull’attuazione della direttiva sulle armi dell’UE, la consigliera federale Keller-Sutter ha affermato che la revisione parziale della legge sulle armi segue il percorso tracciato dalla politica svizzera in materia di armi: migliora la protezione dall’abuso di armi senza tangere la tradizione del tiro. Ha aggiunto che la Svizzera ha potuto partecipare alle discussioni relative all’aggiornamento della direttiva sulle armi e che un No in votazione popolare potrebbe portare all’esclusione dall’associazione a Schengen e Dublino. Le modifiche della revisione parziale del nostro diritto in materia di armi sono ragionevoli. La nuova legge non comprende alcuna disposizione per la quale valga la pena mettere in questione la collaborazione con l’Europa nel settore della sicurezza e dell’asilo.

Tweets

Temi attuali

Un tiratore sportivo all’opera, circondato dalle sue armi da fuoco.

Attuazione nel diritto svizzero della direttiva dell’UE sulle armi

La revisione parziale della legge sulle armi, in merito alla quale il Popolo svizzero sarà chiamato a votare il 19 maggio 2019, attua la direttiva sulle armi dell’Unione europea (UE). L’UE e la Svizzera perseguono il medesimo obiettivo: combattere armi per scopi criminali. Le modifiche sono di poco conto e la nostra tradizione di tiro è salvaguardata. La revisione parziale permette inoltre alla Svizzera di rimanere associata a Schengen e Dublino, il che è di centrale importanza per la sua sicurezza e il suo sistema d’asilo. Per questi motivi il Consiglio federale e il Parlamento raccomandano di votare Sì.

Iniziativa per la limitazione - il Consiglio non vuole denunciare l’accordo sulla libera circolazione

Il Consiglio federale respinge l’iniziativa popolare "Per un’immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)" senza controprogetto. Denunciare l’accordo sulla libera circolazione rimetterebbe fondamentalmente in questione la via bilaterale con l’Unione europea con forti danni per l’economia e la scienza svizzera. Il Consiglio federale ha preso una decisione di principio nella sua seduta del 30 novembre 2018. Il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) sottoporrà un messaggio al Consiglio federale entro il 31 agosto 2019.

Tweets

La consigliera federale

Ritratto della consigliera federale Karin Keller-Sutter
(Foto: DFGP)

Karin Keller-Sutter

La consigliera federale Karin Keller-Sutter, eletta in Consiglio federale il 5 dicembre 2018, è a capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) dal 1° gennaio 2019.

Formazione professionale nel DFGP