<<
>>
Immagine illustrativa: diritto d'autore
Il Consiglio federale adegua il diritto d’autore all’era digitale

Per rafforzare i diritti e gli interessi degli operatori della cultura e dell’industria culturale il Consiglio federale vuole rendere più efficace la lotta alla pirateria illegale su Internet. Il principio secondo cui i consumatori di offerte illegali non devono essere criminalizzati viene tuttavia mantenuto e funge da base per la pertinente revisione della legge sul diritto d’autore. Con le misure a favore della ricerca e delle biblioteche il Consiglio federale intende inoltre sfruttare le opportunità offerte dalla digitalizzazione anche nel quadro del diritto d’autore. Il Consiglio federale ha adottato il disegno e il messaggio concernenti la modifica della legge sul diritto d’autore nella seduta del 22 novembre 2017. L’intero progetto si fonda su un compromesso concordato tra vari gruppi d’interesse nel quadro di un gruppo di lavoro istituito dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Immagine illustrativa: Identità elettronica
Identità elettronica riconosciuta: disegno di legge entro l’estate 2018

Diversi servizi e offerte online presuppongono che gli utenti possano identificarsi in modo corretto e sicuro; per farlo, questi ultimi hanno bisogno di un’identità elettronica. Il Consiglio federale vuole pertanto emanare regole chiare riguardo a un mezzo d’identificazione elettronica che sia verificabile, univoco e riconosciuto dallo Stato.

Due animazioni mostrano come funzionano il rilascio e l‘utilizzazione.

Parità salariale
Conferenza delle presidenti di alliance f a Berna

Il 14 novembre 2017 alliance F, l'alleanza delle società femminili svizzere, ha organizzato a Palazzo federale la sua conferenza delle presidenti. La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha tenuto un breve discorso sulla parità salariale e sulla partecipazione delle donne a capo delle aziende svizzere. In quanto associazione mantello, dal 1900 alliance F s'impegna a favore delle donne svizzere.

Foto di gruppo
Mediterraneo centrale: rafforzare la protezione di rifugiati e migranti e intensificare la lotta ai passatori

I diritti fondamentali di rifugiati e migranti vanno tutelati meglio. È quanto emerge dalla dichiarazione adottata il 13 novembre 2017 a Berna dai rappresentanti di tredici Paesi europei e africani siti su entrambe le sponde del Mediterraneo centrale. Si erano riuniti per il terzo incontro del Gruppo di contatto per il Mediterraneo centrale, al quale sono intervenuti anche rappresentanti dell’Unione europea, dell’ACNUR, dell’OIM e del CICR.

Giornata contro la tratta di esseri umani: bus informativo
Giornata contro la tratta di esseri umani: un bus informativo incontra la popolazione svizzera

In occasione della "Giornata europea contro la tratta di esseri umani", è stato inaugurato oggi a Berna un bus informativo allo scopo di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica su questo reato. In Svizzera, bambini, donne e uomini sono costretti a mendicare, a prostituirsi o sono sfruttati come manodopera. Queste persone sono vittime della tratta di esseri umani e l’identità della maggior parte di esse rimane ancora ignota. Al fine di rendere visibile questa triste realtà, il bus farà tappa in diverse città svizzere. Numerosi eventi di sensibilizzazione si terranno inoltre in tutto il Paese dal 17 ottobre al 3 novembre 2017.

Immagine illustrativa: Violenza domestica
Migliorare la protezione dalla violenza domestica e dallo stalking

Il Consiglio federale intende proteggere meglio le vittime di violenza domestica e stalking. A tal fine, l'11 ottobre 2017, ha approvato un messaggio che prevede modifiche del diritto penale e civile. In particolare, il progetto consente di ordinare la sorveglianza elettronica per far rispettare il divieto di avvicinamento o di mettersi in contatto e sgrava le vittime che non devono più assumersi l'intera responsabilità della sospensione e dell’abbandono del procedimento penale. In due rapporti adottati nel medesimo giorno, il Consiglio federale sostiene inoltre gli sforzi profusi dai Cantoni nel contrastare la violenza domestica e lo stalking mediante un sistema di gestione della minaccia.

La consigliera federale Sommaruga in visita al centro di accoglienza e di transito OIM di Agadez. Sullo sfondo: migranti e baracche.
Viaggio di lavoro in Tunisia e Niger

Dal 2 al 5 ottobre la consigliera federale Simonetta Sommaruga si è recata in Tunisia e in Niger per una visita di lavoro. Entrambi i Paesi sono situati sulla rotta migratoria che dal Mediterraneo centrale conduce a Nord. In Tunisia, Sommaruga e i suoi interlocutori hanno tratto un bilancio positivo dei cinque anni di esistenza del partenariato migratorio. In Niger la Consigliera federale ha visitato un centro di transito in cui migliaia di migranti arenati ricevono protezione e aiuto al ritorno. Ha inoltre firmato un accordo volto a garantire una maggiore sicurezza alimentare a circa 330 000 persone. Nel corso della visita sono inoltre state discusse le interconnessioni tra estrazione di materie prime, povertà e fuga.

Direttiva europea sulle armi: il Consiglio federale sottopone a consultazione una soluzione pragmatica

Nel quadro della trasposizione della direttiva europea sulle armi, il Consiglio federale sottopone a consultazione una soluzione pragmatica che utilizza il margine di manovra esistente e tiene conto della tradizione svizzera in materia di tiro. Nessun cambiamento è previsto per le armi di ordinanza. Anche i tiratori sportivi e i collezionisti potranno continuare a possedere le armi semiautomatiche contemplate dalla direttiva europea.

Temi attuali
DFGP - Informazioni , 14.11.2017

Terzo incontro del Gruppo di contatto per il Mediterraneo centrale a Berna

Il 13 novembre 2017 la Svizzera ha organizzato a Berna il terzo incontro del "Gruppo di contatto per il Mediterraneo centrale". L’incontro internazionale promuove lo scambio di informazioni e il coordinamento di misure tra i Paesi europei e africani interessati dalla rotta migratoria del Mediterraneo centrale. In quanto Paese ospitante, la Svizzera ha posto al centro dell’incontro il tema della protezione dei migranti, con lo scopo di migliorare le condizioni di vita e la tutela dei diritti umani lungo la rotta del Mediterraneo centrale.

Iniziativa per l'autodeterminazione
UFG - Dossier , 05.07.2017

Iniziativa popolare «Il diritto svizzero anziché giudici stranieri (Iniziativa per l'autodeterminazione)»

L'iniziativa per l'autodeterminazione è stata depositata il 12 agosto 2016. Essa chiede che la Svizzera rinegozi e, se necessario, denunci i trattati internazionali che contraddicono alla Costituzione. Inoltre, obbliga le autorità a non curarsi dei vigenti obblighi internazionali, il che contraddice la nostra cultura giuridica. L'iniziativa compromette quindi la stabilità e l'affidabilità della Svizzera e pregiudica la certezza e la prevedibilità del diritto, ossia due requisiti fondamentali per la nostra piazza imprenditoriale. Nel messaggio, il Consiglio federale propone al Parlamento di raccomandare al Popolo e ai Cantoni di rifiutare l'iniziativa senza opporle un controprogetto, diretto o indiretto.

La consigliera federale
La consigliera federale Simonetta Sommaruga
(Foto: Martina Rieder)

Simonetta Sommaruga

Il 22 settembre 2010 l’Assemblea federale plenaria ha eletto Simonetta Sommaruga in Consiglio federale. Dal 1° novembre 2010 è a capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Nel 2015 è stata presidente della Confederazione.

Domande e risposte
Formazione professionale nel DFGP