Piattaforma per la comunicazione elettronica: disegno di legge entro fine 2022

Berna, 29.06.2022 - Nella seduta del 29 giugno 2022, il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della consultazione sulla legge federale concernente la piattaforma per la comunicazione elettronica nella giustizia (LPCEG) e stabilito come procedere. Ha incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di elaborare entro fine 2022 un messaggio all'attenzione del Parlamento tenendo conto dei riscontri.

Con il Progetto Justitia 4.0 i tribunali della Confederazione e le autorità cantonali penali e di esecuzione delle pene vogliono promuovere il passaggio al digitale nelle procedure penali, civili e amministrative della giustizia svizzera. L'obiettivo è di permettere alle parti di un procedimento giudiziario di scambiare dati mediante una piattaforma centrale sicura con i giudici, i pubblici ministeri e le autorità di esecuzione delle pene. Per gli utenti professionali, ad esempio avvocati, giudici o autorità, si mira inoltre a rendere obbligatoria la comunicazione elettronica. Per creare le basi giuridiche necessarie, nell'autunno 2020 il Consiglio federale ha inviato in consultazione un apposito progetto. Nella seduta del 29 giugno 2022 ha preso atto dei risultati della consultazione e stabilito come procedere.

La proposta che il Consiglio federale ha formulato nel suo progetto, ossia che la nuova piattaforma di comunicazione digitale sia costruita e finanziata insieme dalla Confederazione e dai Cantoni, è stata in via di principio accolta favorevolmente da una forte maggioranza dei partecipanti alla consultazione. In considerazione di diversi riscontri, il Consiglio federale intende introdurre una riserva per permettere a un Cantone che non può o non vuole partecipare alla nuova piattaforma di realizzare e gestire una propria piattaforma cantonale. Per questi casi la Confederazione fisserà soltanto standard tecnici minimi per poter garantire l'interoperabilità di tutte le piattaforme.

Si intende inoltre accordare ai Cantoni e agli avvocati termini transitori per adeguarsi alla nuova modalità di comunicazione e allestire la loro infrastruttura. Inoltre, alla luce dei riscontri della consultazione, va fatta un'eccezione all'obbligo della comunicazione digitale per la procedura di conciliazione nella procedura civile in cui le parti intervengono talora senza avvocato.

Nella seduta del 29 giugno 2022 il Consiglio federale ha incaricato il DFGP di elaborare un messaggio all'attenzione del Parlamento entro fine 2022 tenendo conto delle precedenti considerazioni.


Indirizzo cui rivolgere domande

Stephan Jau, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 485 05 72, stephan.jau@bj.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ultima modifica 17.12.2021

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.metas.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-89485.html